Salta al contenuto principale

Ruba un salame e minaccia

di morte due persone

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 12 secondi

Per un salame rubato è finito in carcere. Il romeno, che ha tentato di portare via una confezione di insaccati da un supermercato, è stato arrestato per rapina impropria per aver minacciato di morte due persone e per aver divelto la porta di accesso.

L’episodio è avvenuto pochi minuti prima delle 17 di martedì all’Eurospar di via Manci. Lo straniero, 27enne senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine, stava per uscire dal supermercato senza fermarsi alla cassa. La guardia giurata è subito intervenuta per fermarlo, ma il romeno ha reagito furiosamente. Prima c’è stata la violenza verbale, con le minacce di morte rivolte sia al vigilante che alla direttrice del punto vendita. «Vi taglio la gola» sono state le sue parole.

Poi l’uomo, per guadagnarsi la fuga, ha tirato un forte calcio alla porta di accesso, scardinandola e rompendo la vetrata. Insomma, un danno non indifferente per il supermercato, che supera di parecchio il valore del salame. Immediato l’intervento dei carabinieri del radiomobile di Trento, che hanno arrestato il romeno per rapina impropria. L’uomo, dopo una notte passata nella camera di sicurezza del comando provinciale dell’Arma, ieri mattina è comparso davanti al giudice per la direttissima. Il suo legale, l’avvocato Paolo Dal Rì, ha chiesto i termini a difesa. L’udienza è stata rinviata e nel frattempo il romeno rimarrà in carcere. Si va verso il patteggiamento, con una possibile riqualificazione del reato da rapina a furto aggravato.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy