Salta al contenuto principale

Addio alla “nonna” di Trento
Si è spenta Alda Chiumenti

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 8 secondi

Migliaia di bambini trentini hanno perso quella che, in un certo senso, è stata un po’ la loro nonna: perché da esattamente 50 anni i genitori di tantissimi neonati hanno comprato giocattoli, passeggini, indumenti, lettini da Alda Baby, il negozio di via Pilati. Dal 1969 nella bottega (che diventerà storica a giugno con una grande festa) c’era ad accogliere neo mamme e neo papà l’elegante sorriso della signora Alda Chiumenti, un’istituzione del commercio in Trentino. Un sorriso che si è spento sabato dopo 92 anni vissuti con intensità, senza mai risparmiarsi: la signora Alda è rimasta in negozio fino a quattro anni fa, per accogliere i clienti e dispensare consigli, spinta da uno straordinario amore per i bimbi. L’attività commerciale era iniziata negli anni Sessanta, con un negozio di mobili gestito col marito Enrico Gomez d’Arza.

Poi l’alluvione del ‘66 ha costretto la coppia a trasferire la bottega. Ma Alda ha voluto puntare su un settore, allora, totalmente nuovo, con intraprendenza, coraggio e lungimiranza, facendo fare un’apposita licenza in puericultura e diventando per vent’anni consulente della camera di commercio per quel nuovo settore merceologico. A portare avanti il negozio, con la creazione anche di un’azienda di distribuzione internazionale, è stata e sarà la figlia Isabella. A piangere la scompara di Alda, croce al merito di guerra, sono anche il figlio William e le adorate nipoti Ludovica e Rebecca.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy