"Collegamento Primiero-Rolle, adesso servono i fatti"

di Giorgia Cardini
Il 3 agosto veniva presentato il progetto preliminare del collegamento funiviario San Martino di Castrozza - Passo Rolle, commissionato dalla Comunità di Primiero. A quattro mesi di distanza, quali passi avanti sono stati fatti?
«Nessuno». Risponde seccamente, il sindaco di Primiero - San Martino Daniele Depaoli: «In questi ultimi mesi - spiega - si è parlato molto di Passo Rolle, soprattutto tra i banchi del Consiglio provinciale. Ma questo è il problema: si è solo parlato». 
 
Un po’ poco, considerando che sono passati oltre due anni da quando i Comuni e la Comunità hanno firmato «con questa giunta provinciale - sottolinea il sindaco  -, un protocollo d’intesa che prevedeva vari step, tra cui il più importante è sicuramente il collegamento impiantisico tra San Martino e Passo Rolle. Addirittura, nel protocollo era sancito che la Provincia avrebbe progettualizzato l’opera entro il 31 dicembre 2015 e che i privati e i Comuni avrebbero fatto finanziariamente la propria parte solo nel momento in cui la Pat avrebbe stanziato i fondi per il collegamento».
E non è stato così? «No: privati e Comuni hanno già investito soldi e il progetto preliminare è stato commissionato dalla Comunità, per portarsi avanti. Ma poi la Provincia, che avrebbe dovuto prenderlo per trasformarlo in definitivo ed esecutivo, non ha più fatto nulla; per dire, non ha nemmeno convocato una conferenza dei servizi per valutarlo. E ora lo studio è qui, fermo».
 
Quindi, bene l’ampliamento del bacino di accumulo, l’adeguamento delle linee di innevamento e il via libera alla nuova telecabina interski-Valbonetta, ma «il vero fulcro di quell’accordo è, e resta, il collegamento San Martino - Passo Rolle, e qui non ci sono le certezze che dovrebbero esserci. Per questo chiedo con forza che questa giunta provinciale, il suo presidente Rossi e l’assessore Dallapiccola mettano in pratica gli impegni che hanno preso con il nostro territorio, già all’interno della legge finanziaria del 2018». 
 
Pare, infatti, che nella manovra non ci sia ancora un solo euro per l’opera: e anche questo fa arrabbiare il sindaco, considerando che «per le funivie di Folgarida in pochi giorni sono uscite dallo scrigno provinciale decine di milioni di euro. Qui c’è uno dei territori più belli del Trentino che sta morendo, ma nessuno è in grado di dirci una data entro la quale questo collegamento verrà realizzato o prevedere il finanziamento nel bilancio della Provincia! Ora basta!».
 
Depaoli batte il pugno sul tavolo: «Sono sicuro di parlare a nome di tutto il territorio che ho l’onore di rappresentare. Primiero chiede che sia fatta finalmente chiarezza sul futuro di questo collegamento, onorando i sacrosanti impegni presi due anni e mezzo fa. Basta elucubrazioni su Passo Rolle da parte del nostro governo provinciale: ora a noi serve una data e una voce sul bilancio della Provincia, per la realizzazione. Questo e niente altro». 
comments powered by Disqus