Salta al contenuto principale

Altro lutto nel mondo musicale

è morto a 66 anni il chitarrista

Ferruccio «Fero» Bertagnolli

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 23 secondi

Si susseguono i lutti nel mondo della musica trentina. Pochi giorni fa era morto Toni «Paletta» Virgillito; oggi la notizia della morte di Ferruccio «Fero» Bertagnolli, chitarrista e tastierista: aveva solo 66 anni.

La notizia l’ha data, in un post, il suo amico e compagno di suonate Mauro Borgogno: «Oggi è un giorno triste. Un altro grande amico che viene a mancare. Comincio ad esser stanco..se ne stanno andando in troppi... Perdere prematuramente le persone alla quale si è particolarmente legati, anche perché per certi versi simili e uniti dalla stessa passione è difficile da accettare. Feruccio era una di quelle rare persone delle quali ci si poteva fidare, schietta, onesta e sincera sempre con una battuta pronta, un po’ tagliente se vuoi ma sempre saggia, come piace a me... così voglio ricordarlo, col suo sorriso, consapevole che quando si perde una persona cara se ne va inevitabilmente anche un pezzo di se stessi».

«Fero» aveva esordito - come tanti - nel 1968. Era un ragazzo, e con altri quattro amici nonesi formò uno dei primi complessi «beat»: erano Paolo Chilovi alle tastiere, Carlo Ziller al basso, Franco Berti ai fiati e Umberto Bergamo alla batteria. E poco dopo si sarebbero chiamati «I Randagi» uno dei gruppi più famosi e seguiti degli anni 60 e 70 in Trentino ma ancher fuori regione. E lio era il leader indiscusso. Nel 2012, a Trento, avevano suonato per l’ultima volta in una «reunion» con altre formazioni di allora.

Ferruccio era di Trento, ma passava l’estate in val di Non. Anni di concerti e trasferte. Poi la maturità, il cambio di formazione e anche di nome: con Renzo Paolini e Arrigo Finadri diventano «La Strada», che si esibisce negli anni Settanta, prima di smettere.
Smise la band, non il «Fero», che ha continuato a esibirsi da solo, con chitarra e basi elettroniche. Sempre sorridente, sempre con la sua Stratocaster, sempre pronto a suonare per tutti.

I funerali saranno celebrati lunedì pomeriggio a Taio.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy