Trento, 110 mila auto ogni giorno in città

Sono le automobili i veri padroni della città: ogni giorno calano su Trento dai 100 ai 120 mila veicoli. Un assedio quotidiano, che nelle ore più roventi intasa le strade della città, e che viene rilevato con precisione dalle 52 sonde posizionate dal Comune per monitorare il traffico. La strada più trafficata è, manco a dirlo, via Brennero, che da sola porta in città un quinto del traffico, con circa 20 mila auto. Più di diecimila entrano, attraverso la tangenziale, da via Maccani e dai due ponti sull'Adige e da via Sanseverino. Zona rossa anche a Port'Aquila DANIELE BATTISTEL

automobiliTRENTO - Quando si parla di grandi numeri il rischio di «sparare» cifre un po' a casaccio è reale. Soprattutto se poi è difficile confutare il dato. Nel caso dell'«assedio» quotidiano di auto sulla città di Trento, invece, il discorso è diverso. Perché quando il Comune parla di una media tra i 100 mila e i 120 mila ingressi giornalieri in città lo fa avendo dati precisi in mano. Sono quelli forniti in tempo reale dalle «sonde» posizionate sotto l'asfalto dai tecnici del Servizio viabilità. Attualmente ce ne sono in funzione 52 ma - la notizia è fresca fresca -, considerando il valore delle informazioni fornite da questi strumenti, il Comune ha deciso di estendere ulteriormente la «rete di monitoraggio». Nel corso dei prossimi mesi sarà installata un'altra dozzina di centraline «contaveicoli» mentre è già in funzione un mezzo mobile che viene utilizzato per fare delle misurazioni «spot». «Noi - spiega il dirigente del Servizio viabilità Bruno Delaiti - abbiamo due anelli per il monitoraggio dei veicoli in ingresso e in uscita sulla città. Quello più esterno consta di una serie di sonde posizionate sotto le strade statali e la circonvallazione che contano i mezzi di passaggio. Poi ci sono le sonde poste sulle strade più strettamente di accesso al centro città». Sono i dati di questa quindicina di centraline a dire che mediamente, in una giornata lavorativa, entrano in città più di 100 mila veicoli in 24 ore. L'arteria maggiormente trafficata è via Brennero, che da solo porta un quinto del traffico. Più di diecimila macchine entrano - attraverso la tangenziale - da via Maccani e altrettante arrivano dai due ponti di attraversamento dell'Adige e da via Sanseverino. Pesante anche la circolazione che insiste quotidianamente su via Venezia e Port'Aquila: le centraline contano tra le 8 mila e le 10 auto. Anzi, sarebbe meglio dire veicoli visto che esse «sentendo» il diverso peso ad ogni passaggio riescono a stabilire se si tratta di motociclette (o ciclomotori), automobili o mezzi pesanti. La differenza non è banale in quanto consente ai tecnici di discriminare il tipo di traffico e apportare - se del caso - interventi di miglioramento. «Per noi i dati ricavati in presa diretta sono fondamentali - conferma Delaiti, sia nel caso di chiusure di strade per lavori, che in fase di progettazione e di verifica. Per esempio, dieci giorni dopo l'apertura della bretellina di via Mach abbiamo rilevato che su via Degasperi il traffico era diminuito del 15 per cento, nella parte nord di viale Verona (oltre la rotatoria con via Menguzzato) di poco, mentre nella parte sud il calo è stato di circa il 50 per cento». I dati, naturalmente, variano in base al giorno preso in considerazione. La domenica le entrate in città sono circa 55 mila, mentre il lunedì, giorno lavorativo ma con i negozi chiusi la mattina, si viaggia attorno ai 105 mila ingressi.
comments powered by Disqus