Salta al contenuto principale

Fiera leader in Italia per l'efficienza energetica e il risanamento in edilizia

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
6 minuti 42 secondi

Decima edizione di Klimahouse dal 29 gennaio al 1 febbraio

Klimahouse, la fiera leader in Italia per l'efficienza energetica e il risanamento in edilizia, festeggia il suo 10° anniversario. E’ dal  2005, infatti, che Fiera Bolzano è schierata in prima fila sul fronte delle tematiche energetiche attraverso l’organizzazione di una serie di appuntamenti dedicati a vari settori dall’importante impatto economico-ambientale. Klimahouse, come ormai è noto in Italia e all’estero, si è fatta portavoce di una cultura del vivere e del costruire consapevole, presentando, oltre alle aziende nazionali ed europee top del settore, anche una serie di appuntamenti formativi: congressi, convegni, workshop, seminari mostre e visite guidate rivolte a tecnici e privati ai quali partecipano ogni anno migliaia di addetti ai lavori. La decima edizione, che si terrà dal 29 gennaio al 1 febbraio, ha in programma dunque i consueti Enertours e Renertours, 16 visite guidate sul territorio a edifici nuovi costruiti secondo alti standard di efficienza energetica e a edifici riqualificati energeticamente secondo gli standard CasaClima rivolti ai professionisti del settore.  Ma anche l’interesse del pubblico privato, sempre più consapevole e attento alle questioni energetiche, è aumentato in modo considerevole negli ultimi anni. Per offrire informazioni e risposte agli acquirenti finali delle case e quindi ai privati cittadini, Klimahouse ha organizzato da qualche anno City Parcour, una vera e propria “living experience" dedicata a tutti i visitatori della fiera, in particolare a famiglie e privati che possono entrare in abitazioni energeticamente riqualificate secondo gli standard CasaClima. In questo caso sono gli stessi residenti a illustrare personalmente ai visitatori gli interventi di risanamento, raccontando le sfide affrontate, i costi sostenuti e soprattutto il modo in cui è cambiata la qualità di vita in termini di comfort abitativo e di risparmio energetico. Ma molti aspetti del costruire innovativo saranno chiaramente confrontabili e visibili in fiera attraverso varie installazioni, tra cui quella di una rete di imprese che operano nel settore dell’acustica che realizzerà un percorso interattivo da “vedere e sentire” . Il percorso di scoperta “acustica” sarà semplice , interattivo e sensoriale. Un appuntamento da scoprire e da sentire per tutti i visitatori. Altra mostra interessante, quella proposta presso lo stand dell’Agenzia CasaClima, che presenta la Casa Lisi, progetto vincitore del Solar Decathlon USA, una casa pensata per essere vissuta con il miglior confort abitativo.

L’albero delle visioni e delle speranze

In occasione del decimo anniversario di Klimahouse, festeggiato a Milano il 17 settembre 2014 con la stampa nazionale, i partner e gli architetti di fama internazionale che hanno partecipato come relatori al congresso di Klimahouse nelle scorse edizioni,  Fiera Bolzano ha piantato un grande albero del futuro (5 per 4 metri) che ha raccolto i pensieri e le dichiarazioni di visitatori e ospiti speciali, riempiendosi di foglie verdi riportanti sogni, speranze e realtà sul rispetto ambientale e il risanamento energetico. “C’è chi ha costruito case sugli alberi, chi ha costruito case dentro gli alberi, chi ha usato alberi per costruire case e chi farà crescere case come un albero, questo il futuro di abitazioni umane moderne ed eco-sostenibili, che applicano i principi fondanti dell’ecologia e della sociologia all’architettura e al design urbano in generale”, ha affermato Reinhold Marsoner, direttore di Fiera Bolzano. L’idea è piaciuta molto così Fiera Bolzano ha installato presso la propria sede l’albero di cirmolo offrendo anche ai visitatori delle fiere Klima l’opportunità di arricchirlo di foglie. Questo “albero delle visioni” non è un albero convenzionale, ma un vero e proprio monumento alla natura, come afferma l’artista Hansjörg Vienna, artigiano della val Sarentino: “con questo insieme di radici naturali, si evince tutto il design della natura, un concetto che non è replicabile, ma unico, come tutto quello che produce madre natura”.  I visitatori sono quindi invitati a esprimere su di una foglia un pensiero sul rispetto per l'ambiente e la riqualificazione dell'esistente e lasciare così alle future generazioni qualche indicazione per non commettere gli errori del passato. Nel contempo sul sito di Klimahouse è nato anche un albero virtuale che permette a tutti di inserire il proprio pensiero online, una piccola foglia virtuale potrà accogliere le riflessioni anche dei visitatori del sito contribuendo a far crescere l’albero con decine di migliaia di foglie.

L’albero è online:
http://www.klimahouse.it
http://www.klimainfisso.it
http://www.klimamobility.it
http://www.klima-energy.it
http://www.klimahouse-toscana.it

Cucinella, Tonelli e Feist: un tris di relatori eccellenti - Il congresso “Costruire con intelligenza”

A impreziosire la decima edizione di Klimahouse un congresso internazionale che è diventato il forum più atteso dell’anno in Europa dai professionisti del settore. La presenza di autorevoli maestri a livello mondiale nell’ambito delle costruzioni a basso impatto ambientale, caratterizza il programma speciale del congresso internazionale “Costruire con intelligenza”, che si terrà venerdì 30 e sabato 31 gennaio. Per una ricorrenza così importante, l’appuntamento di primo piano di Klimahouse 2015 dedicato alla formazione, fa convergere le eccezionali esperienze di professionisti di fama mondiale con un focus su “Design & Comfort”. Dopo i saluti di Stefano Fattor, presidente dell’Agenzia per l’Energia Alto Adige – Casaclima, il primo giorno del convegno alle ore 9.30 interverrà l’Architetto Mario Cucinella, fondatore di Mario Cucinella Architects. “Architettura sostenibile: un cambiamento rivoluzionario” è il titolo del suo intervento che sintetizza il percorso di un professionista delle costruzioni, particolarmente interessato ai temi legati alla progettazione ambientale e alla sostenibilità in architettura. Secondo ospite eccellente del congresso internazionale di Klimahouse è l’architetto Chiara Tonelli, professore all’università ROMA TRE, alla guida del team RhOME for DenCity, progetto vincitore del primo premio nella competizione Solar Decathlon Europe 2014.  La seconda giornata del congresso, aperta dai saluti del dottor ing. Ulrich Santa, direttore dell’Agenzia per l’energia Alto Adige – Casaclima, prevede invece la partecipazione del professor dr. Wolfgang Feist, precursore internazionale della bio-edilizia e riconosciuto “padre della casa passiva”. Altro ospite del congresso, Andrea Viganò,  architetto partner dello studio Cino Zucchi Architetti, che ha progettato e realizzato negli anni molti edifici pubblici, residenziali e commerciali, una serie di progetti di spazi pubblici, progetti per il ridisegno di aree agricole, industriali e storiche e ha partecipato a numerosi concorsi liberi e a inviti nazionali e internazionali. La due giorni del congresso “Costruire con intelligenza” offre altre testimonianze di primo piano come quella dell’Arch. Manuel Benedikter su “Estetica e Comfort”. Benedikter ha collaborato con diversi studi di architettura a Vienna, Bolzano, Porto Alegre (Brasile) e Zurigo (Svizzera), ha iniziato come collaboratore per poi diventare socio dello studio di architettura “plan werk stadt ‐ architekten“ (Dellago, Hofer, Prugg, Benedikter) a Bolzano. L’intervento del Professor Andrea Gasparella, della Libera Università di Bolzano, Facoltà di Scienze e Tecnologie, è incentrato sulle “Building performance: efficienza energetica e comfort termoigrometrico – verso una valutazione integrata delle prestazioni degli edifici”. Il contributo dell’ingegner Matteo Rondoni dell’Agenzia CasaClima è, invece, focalizzato su “Impiantistica CasaClima: Less is more!”. “LISI – THE HOUSE Una cooperazione riuscita tra scienza e economia” è, infine, il titolo dell’intervento della dott.ssa Karin Stieldorf dell’Istituto Tecnico dell’Università di Vienna.

Collaborazioni internazionali con le università di Trento, Monaco e Innsbruck - Bio e clima design

Quest’anno è nata una collaborazione internazionale, attraverso il Corso Scienza dell'Architettura dell'Università di Trento con le facoltà dell’Università di Innsbruck e Monaco: tutti i giorni per l'intera durata della fiera, a partire da giovedì, si svolgerà un workshop di Biodesign destinato a progettisti e giovani laureati con percorsi progettuali e software di ultima generazione per la qualità del Sustainable Clima Design, che simulano i percorsi naturali ed ecologici. Inoltre, nel pomeriggio di sabato 31 gennaio, si svolge un seminario REDS2ALPS con la presenza di ospiti nazionali e stranieri, una mostra collegata su alcune esperienze di ECOLOGICAL Design e la presentazione del Chairman di Harvard School of Design, Charles Waldheim, inoltre una conferenza del grande architetto giapponese Kengo Kuma. Sempre sotto l’aspetto internazionale torna anche quest’anno la collaborazione per l’innovazione e la ricerca con il Fraunhofer-Zentrum Bautechnik di Rosenheim. Fiera Bolzano organizza con il loro contributo un’esposizione di sistemi di copertura ultraleggeri per tetti di cortili interni con possibilità di apertura, ombreggiamento, sfruttamento della luce del giorno, illuminazione indiretta e possibilità di sfruttare facciate mediaticamente.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy