Salta al contenuto principale

Vallelaghi, dalle piste da sci della Paganella

arrivano 50 mila euro all'anno

Ribadito l'accordo dopo la fusione dei comuni

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

Quanto costa alla società degli impianti della Paganella occupare 242 ettari di terreni della Paganella (di proprietà dell’uso civico della valle dei Laghi) per piste e impianti? 50.833 euro all’anno, da qui alla fine del 2021. Un buon prezzo, considerato che per il Comune di Vallelaghi vengono meno sicuri guadagni dallo sfruttamento forestale, e anche il «ritorno» dell’indotto turistico va tutto sull’altro versante.
Comunque il rinnovo della concessione figurava come «strategico» per il comune di Vallelaghi subentrato, per effetto della fusione, nella titolarità di tutti i beni mobili e immobili d’appartenenza degli allora municipi di Padergnone, Terlago e Vezzano. L’amministrazione la ritiene una «soluzione estremamente soddisfacente» sia in virtù del proprio ruolo istituzionale che per la società concessionaria della Paganella. Si è dunque provveduto, a scopo scioviario in favore di Paganella 2001 Spa, alla sospensione temporanea del diritto di uso civico gravante su alcune particelle fondiarie occupate permanentemente da due impianti di risalita a fune e da quattro piste da sci catastalmente registrate sotto Terlago, ente che nel 2015 aveva rilasciato l’autorizzazione all’occupazione dei suoli di sua proprietà. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?