Disoccupati in aumento:

sono 3 milioni 236 mila

disoccupato disoccupazione lavoro giovani

Il numero di disoccupati a settembre è pari a 3 milioni 236 mila in aumento dell'1,5% rispetto ad agosto (+48 mila) e dell'1,8% su base annua (+58 mila). Lo comunica l'Istat. Il numero delle persone senza lavoro è il più alto dall'inizio delle serie storiche (2004) mentre il tasso di disoccupazione al 12,6%, in aumento di 0,1% punti sia rispetto ad agosto che a settembre 2013, si mantiene sui livelli record già raggiunti più volte nel 2014. Il tasso di disoccupazione tra i giovani a settembre è al 42,9%

La Provincia «svende»

immobili e rinvia opere

palazzo sede Provincia piazza Dante

Calano le risorse e la Provincia deve ricorrere anche alla svendita del proprio patrimonio inutilizzato. Il presidente Rossi ha illustrato la Finanziaria 2015 alle parti sociali e non sono mancate le sorprese. Accanto alla conferma degli incentivi alle imprese e dell'introduzione della tassa di soggiorno e dei ticket sanitari, annunciata la vendita a «prezzi incentivanti» dei numerosi immobili inutilizzati

Le cariche sugli operai

scoppia lo scontro politico

Camusso a Renzi: "Giù i manganelli"

Clima politico rovente dopo le cariche della polizia sugli operai delle acciaierie Ast di Terni, ieri a Roma. La leader Cgil Susanna Camusso invita il governo «ad abbassare i manganelli dell'ordine pubblico», il numero uno della Fiom, Maurizio Landini, ieri in piazza con i lavoratori, annuncia uno sciopero dei metalmeccanici per metà novembre. Nel pomeriggio il ministro Alfano ha riferito in Parlamento, scatenando un dibattito a tratti molto acceso, il Pd si divide mentre Sel e M5S presentano una mozione congiunta che sfiducia il titolare degli interni. GUARDA I VIDEO

Il nuovo rettore non sarà

eletto prima di febbraio

de pretis università

Daria de Pretis (foto) ha le valige pronte. Il prossimo 11 novembre firmerà la lettera di dimissioni da rettore dell'Università di Trento e si trasferirà a Roma per assumere l'incarico di giudice della Corte costituzionale. La sua sostituzione al vertice dell'ateneo si annuncia piuttosto lenta. Il nuovo rettore lo avremo, se tutto andrà bene, non prima del prossimo febbraio. La procedura che porterà all'elezione del nuovo «Magnifico», introdotta con l'ultima modifica allo Statuto, è infatti piuttosto complessa

Dagli esperti Ok al piano

per i cuccioli di Daniza

I cuccioli di Daniza

Stop alle catture di orsi per dotarli di radiocollare, almeno fino alla prossima primavera, e Ok alle "Linee guida per la gestione dei cuccioli di orso" che la Provincia autonoma di Trento ha elaborato in collaborazione con l'Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) e con la condivisione del Corpo forestale dello Stato.Questo il parere giunto ieri, sulla scia della morte per anestesia di Daniza che sul Brenta ha lasciato due cuccioli, da un gruppo di esperti europei che lavorano sugli orsi allo stato selvatico, che si sono riuniti al centro avifauna del Casteller a Trento sud

Negozi aperti domenica

protesta dei sindacati

negozio centro commerciale

L'apertura dei negozi per il prossimo fine settimana, domenica 2 novembre, non piace ai sindacati che tornano a protestare contro le aperture festive indiscriminate. A farlo sono stati Roland Caramelle della Cgil Filcams del Trentino, Walter Largher della UilTucs e Lamberto Avanzo della Fisascat Cisl

Dissidio Renzi-Napolitano

sul nome per gli Esteri

napolitano renzi merkel

Stallo tra governo e Quirinale sul successore di Federica Mogherini alla Farnesina. Il premier Matteo Renzi è salito al Colle per un confronto con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sul prossimo ministro degli Esteri. Un confronto per colmare la distanza di vedute: Renzi punta su parità di genere e magari sul giovanilismo, Napolitano sulla preparazione specifica sulle materie calde del momento, come le crisi in Ucraina e Siria

 

Scuola, scelta obbligata

per le superiori

professore docente classe scuola lezione

Ragazze e ragazzi trentini, già dal prossimo anno scolastico (2015-2016) non potranno più scegliere a quale scuola superiore iscriversi, ma saranno obbligati a frequentare quella più vicino a casa. Lo prevede una norma che il presidente e assessore all'istruzione, Ugo Rossi, ha annunciato ieri alle parti sociali e alla riunione di maggioranza nell'incontro per presentare i contenuti della manovra finanziaria per il 2015. È stato spiegato che saranno istituiti «bacini di utenza» con «l'obbligo di iscrizione per gli studenti nel proprio bacino d'utenza»

 

Rossi precisa: «Solo per il biennio tecnico»

Vedem :

Ok, giusto vendere ciò che non viene usato. Ci sono tanti edifici fermi da anni anche in zone...

31-10-2014 09:32
Mario Basile :

mi pare che l'azione annunciata dal Presidente Rossi miri a incentivare l'attività edilizia...

31-10-2014 09:32
Bibi :

1- Già i ragazzi delle valli vengono scarrozzati di qua è di là x colpa della cecità politica e...

31-10-2014 09:27
enzone :

Per chi non ama lo shopping, c'erano i massaggi cinesi. Ma ora ci hanno levato anche questi. Si...

31-10-2014 09:22
Cristina M. :

Stiamo tornando al Medioevo...
Non c'è da stupirsi più di niente..
Io l'anno...

31-10-2014 09:18

 

 

 

 

The Wise a X Factor,

l'avventura è finita

the wise x factorLa seconda volta è sempre la più difficile, specie dopo un esordio col botto di ascolti: è con queste attese che stasera X Factor tornava in onda su Sky Uno con la seconda puntata live, che ha visto, oltre a uno show di Cesare Cremonini, l'eliminazione al ballottaggio dei The Wise di Morgan, e la «promozione» di Lorenzo e Camilla

Fiom, uno sciopero

contro il Jobs Act

Landini FiomLa Fiom ha proclamato otto ore di sciopero generale a novembre contro il Jobs Act, in preparazione di quello di tutte le categorie che la Cgil deciderà nel direttivo del 12 novembre. Ad anticipare l'intenzione del sindacato era stato il leader Maurizio Landini, dopo le cariche della polizia sugli operai Ast a Roma. Dalla Cei, intanto, arriva un'esortazione: quella degli operai "è una voce da prendere con tanta serietà", ha raccomandato il presidente cardinale Angelo Bagnasco

Napoli, De Magistris

reintegrato dal Tar

Tar, Luigi de Magistris torna sindacoIl Tar dà ragione al sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, e lo reintegra nel suo ruolo annullando la sospensione disposta dal prefetto, sulla base della legge Severino, dopo la condanna in primo grado in relazione all'uso delle intercettazioni fatto dall'allora magistrato nell'inchiesta Why Not nel 2007 sul malaffare in politica