Salta al contenuto principale

Limone, tagliata la rete

della Ciclopista del Garda

Buco nel parapetto, il sindaco va in Procura

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

LIMONE SUL GARDA - Il fatto risale a oltre un mese fa ma se ne è venuti a conoscenza solo adesso per via della delibera del Comune con la quale l’amministrazione guidata dal sindaco Franceschino Risatti affida l’incarico di sporgere formale denuncia alla Procura della Repubblica di Brescia. Perché il Comune di Limone vuole andare fino in fondo per cercare di scoprire i «sabotatori» della Ciclopista del Garda che il 2 ottobre scorso hanno tagliato una consistente parte della rete metallica del parapetto nella zona quasi a ridosso del confine con la provincia di Trento. Sulla scorta del rapporto fatto dalla Polizia Locale di Limone, il Comune ha deciso di sporgere denuncia contro ignoti con il chiaro intento di costituirsi parte civile qualora gli inquirenti dovessero individuare i responsabili e si arrivi a un processo penale a loro carico.
Il tratto limonese della Ciclopista del Garda, inaugurato ufficialmente e aperto al pubblico il 14 luglio scorso, continua a riscuotere l'apprezzamento della gente, turisti ma anche residenti: fino a ieri compreso i passaggi sono stati 152 mila in poco meno di quattro mesi (quasi 1.400 al giorno) e solo domenica scorsa si è arrivati a 2.800 passaggi in un’unica giornata.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?