Salta al contenuto principale

Protesi dell'anca,

1.300 interventi in Alto Adige

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 43 secondi

In Alto Adige, nel 2017, sono stati effettuati 1.300 interventi di protesi dell'anca. Lo rileva uno studio dell'Osservatorio provinciale per la salute, coordinato da Carla Melani, presentato a Bari, nell'ambito del 103 congresso nazionale della Società italiana di ortopedia e traumatologia. La ricerca "La protesi dell'anca nell'area dell'Euregio" è primo studio comparativo dei registri protesici dell'anca di Tirolo, Alto Adige e Trentino fra il 2011 e il 2015. Il numero di interventi evidenzia un trend crescente nell'intera area europea. Lo sviluppo demografico, l'invecchiamento della popolazione, una crescente prevalenza di popolazione in sovrappeso, una sempre maggiore incidenza di sintomatologie artrosiche.

"I registri protesici sono un efficace strumento di miglioramento della qualità della chirurgia protesica dell'anca, con lo scopo di realizzare un livello qualitativo sempre maggiore per i pazienti" sottolinea l'assessore provinciale alla salute, Martha Stocker. Il registro provinciale delle protesi articolari fa parte sin dai suoi inizi (2010) del Registro italiano artroprotesi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy