Salta al contenuto principale

Torino vuole correre da sola

per le Olimpiadi del 2026

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 46 secondi

«Abbiamo spiegato i motivi per cui riteniamo opportuno che Torino sia protagonista della candidatura alle Olimpiadi 2026 e non stampella di altre città».
Lo ha dichiarato il sindaco di Torino, Chiara Appendino, dopo le oltre due ore di incontro col presidente del Coni, Giovanni Malagò. «Abbiamo illustrato il nostro dossier e ribadito che la candidatura del territorio torinese secondo noi è la più forte - aggiunge -. Disponibili a una candidatura unitaria? Noi riteniamo il nostro dossier sostenibile da tutti i punti di vista. Abbiamo parlato solo di Torino». La prima cittadina rimanda poi la palla al Coni per ogni tipo di valutazione su una possibile candidatura che preveda il coinvolgimento anche di Milano e Cortina. Il governatore, Sergio Chiamparino, è più possibilista su una candidatura unitaria: «Non ci sono state fatte proposte. Per quel che mi riguarda se ci saranno le valuterò, ma il mio ruolo è diverso da quello del sindaco. Le valli senza Torino? Assolutamente no».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?