Salta al contenuto principale

Animalisti, Rizzi torna in campo

Diffida contro la cattura di M49

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 43 secondi

In relazione alla vicenda dell’orso M49, per il quale la Provincia autonoma di Trento ha chiesto la cattura, il Partito animalista europeo ha inviato al Corpo forestale trentino una diffida a non dare esecuzione all’ordinanza firmata dal presidente Fugatti, e nello stesso tempo ha invitato la Procura di Trento ad effettuare un sequestro preventivo di tutti gli esemplari di orso che vivono in Trentino, «onde impedire che taluno esemplare di detta specie venga illegittimamente sottoposto alle operazioni di cattura indicate dall’ordinanza provinciale».

Il Partito animalista chiede inoltre al commissario del governo e al questore di Trento di «adottare con urgenza tutti gli atti opportuni e necessari al fine assicurare il rispetto delle normative a tutela della specie orso».

La diffida è firmata da Enrico Rizzi, recentemente condannato in via definitiva per gli insulti a Diego Moltrer.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy