Salta al contenuto principale

«Rinchiusa in casa e minacciata»

Minorenne in lacrime a Roncafort

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 12 secondi

Un inquietante episodio dai contorni ancora oscuri si è consumato ieri in un appartamento vicino a via Caproni, nella zona di Roncafort.

Una ragazza minorenne è stata rinvenuta in lacrime in strada dopo che - ha raccontato - era riuscita a fuggire da una casa dove per ore era stata rinchiusa e pesantemente minacciata.

Dai primi riscontri sembra che la giovanissima non sia stata violentata, ma probabilmente quella era l’intenzione. È però riuscita a scappare in tempo e a salvarsi.
Ieri mattina, per gli inquirenti, è stato però difficile ricostruire esattamente la serata e la nottata della minore. La giovane era provata, quasi sotto shock e anche stanca per il fatto che non aveva chiuso occhio. È stata subito portata al pronto soccorso del S. Chiara per essere visitata e poi è stata sentita dagli agenti che hanno cercato di ricostruire l’accaduto.

La donna, appena soccorsa, ha raccontato di essere stata minacciata, segregata in casa per ore e di aver passato attimi terribili in balia, sembra, di un soggetto che, non si sa come e perchè, era riuscito a convincerla ad andare a casa sua. Una volta chiusa la porta alle spalle, però per la ragazza sarebbe iniziato un vero e proprio inferno, soprattutto psicologico, dal quale è riuscita a scappare in tempo. Sul fatto sta indagando la Questura. Volanti e Squadra mobile hanno unito le forze per tentare di ricostruire nei minimi dettagli la vicenda e cercare le prove che confermassero la veridicità del racconto.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy