Salta al contenuto principale

Voleva recuperare le capre

Cade nel canalone: salvata

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 1 secondo

Ci sono volute quasi due ore per recuperare la donna ferita. Un intervento lungo e complesso, che ha visto la collaborazione di vigili del fuoco volontari, dei permanenti del Saf di Trento (il nucleo speleologico alpino fluviale) arrivati in elicottero, degli uomini del soccorso alpino, oltre che dei sanitari invitati dal 118.

L’allarme è scattato verso le 14.30 per una signora caduta in un canalone, nei boschi di Centa San Nicolò.

A chiamare i soccorsi è stato il marito, riuscito a raggiungerla ma impossibilitato a trasportarla fin sulla strada: la donna, 62 anni, non riusciva a muovere il bacino.

Il luogo in cui è accaduto l’incidente è impervio. La signora si era allontanata di casa per cercare le sue caprette, scappate dal recinto vicino all’abitazione e dirette a valle del paese, nella zona in cui si trova la caserma dei pompieri.

Il bosco, in questo periodo, è coperto di foglie: la donna, pur procedendo con cautela, è scivolata in un punto scosceso, ha tentato di aggrapparsi alle piante, ma non è riuscita a fermarsi, ruzzolando per decine di metri nel canalone.

Purtroppo lungo la discesa è finita su un salto di roccia, facendo un volo di circa quattro metri. Il marito è corso a valle per raggiungerla e ha subito chiamato i soccorsi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?