Salta al contenuto principale

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 5 secondi

«È stato finalmente rilasciato dall’Agenzia delle entrate il modello di dichiarazione sostitutiva per attestare la non detenzione del televisore e non pagare il canone Rai. Un provvedimento che interessa circa 2-3 milioni di famiglie». Lo ricorda l’Adoc del Trentino in una nota.

L’associazione consumatori spiega che per non pagare il canone serve una «dichiarazione sostitutiva di non detenzione di un apparecchio televisivo da parte di alcun componente della famiglia anagrafica» (ecco come fare).

Per il 2016, viene aggiunto, l’autocertificazione dovrà essere inviata in via telematica (su una piattaforma ad hoc dell’Agenzia delle entrate a partire dal 4 aprile 2016) entro il 10 maggio 2016 oppure a mezzo raccomandata entro il 30 aprile, ed avrà effetto per l’intero canone dovuto per l’anno 2016.

La dichiarazione presentata tramite raccomandata dal 1 maggio 2016 ed entro il 30 giugno 2016, oppure in via telematica dall’11 maggio 2016 al 30 giugno 2016, avrà effetto per il canone dovuto per il semestre luglio-dicembre dello stesso anno.

La documentazione ha validità annuale e dovrà essere dunque rinnovata ogni anno. Resta da capire che cosa si intenda per apparecchio atto od adattabile alla ricezione delle radioaudizioni, caratteristica che farebbe scattare l'obbligo di pagare il canone. A questo proposito nel 2012 l'Agenzia delle Entrate ha emanato una nota esplicativa. Ecco il modello da scaricare e stampare:

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy