Salta al contenuto principale

Us Primiero, un'altra stagione

fra le big dell'orienteering italiano

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 6 secondi

Con l’arrivo dei primi freddi, scarpe, bussole e cartine degli oltre cento atleti della sezione orientamento dell’Us Primiero vengono riposte nell’armadio, in attesa dell’arrivo della primavera che coincide con l’inizio di un nuovo anno.

È tempo di bilanci per la stagione andata in archivio dopo la disputa a fine ottobre dei Campionati Italiani Sprint Relay a Mezzano, dove l’Us Primiero ha ottenuto il titolo assoluto e la vittoria con la squadra Elite (Francesca Taufer, Mattia Debertolis e Manuel Negrello), oltre che la vittoria della staffetta Young 13-16 anni (Rachele Gaio, Marco Orler, Lorenzo Brunet) e della staffetta Junior 17-20 (Anna Pradel, Nikolas Loss, Fabio Brunet). Una stagione che ha regalato molte soddisfazione agli atleti della sezione presieduta da Andrea Gobber..

Il florido settore agonistico anche quest’anno ha ottenuto ottimi risultati, ma anche i giovani provenienti dal corso promozionale hanno dato molte soddisfazioni, partecipando con entusiasmo alle attività proposte. Quest’anno la sezione ha partecipato in primavera ad una importante staffetta internazionale per Club in Svezia, la «Tiomila», alla quale hanno gareggiato più di 15.000 concorrenti. La squadra femminile ha ottenuto un onorevole 160° posto, mentre la squadra giovanile ha saputo stupire gli scandinavi veleggiando per gran parte della gara nelle prime posizioni, piazzandosi infine al 67° posto su 340 staffette. Per la terza volta consecutiva l’Us Primiero ha vinto la «Relay of Dolomites», staffetta internazionale per club che si svolge ogni primavera sulle Dolomiti.

A livello giovanile, la sezione si è contraddistinta per un’attività di livello (grazie ai tecnici responsabili di settore, Aldo Gaio, Pierpaolo Corona e Manuel Negrello) che ha permesso di vincere quest’anno 8 titoli italiani individuali e 7 di staffetta. Risultati, questi, che probabilmente consentiranno alla società di confermare la prima posizione a livello giovanile nazionale per il diciottesimo anno consecutivo, oltre che di tornare a lottare per rivincere il titolo nazionale generale.

Molti sono stati gli atleti convocati nelle varie rappresentative nazionali, che hanno partecipato ai mondiali assoluti (in Lettonia), agli europei (in Svizzera), ai mondiali junior (in Ungheria) e agli europeigiovanili (in Bulgaria). Sul versante organizzativo sono state organizzate due gare promozionali in primavera e la classica due giorni del Primiero a fine settembre, una comoda occasione per avvicinarsi allo sport dei boschi e della natura. Inoltre, dopo il successo dello scorso anno (oltre 1200 concorrenti da tutto il mondo), è già stata avviata l’organizzazione della seconda edizione del Primiero O Week, la 5 giorni internazionale che si terrà l’anno prossimo e che ha l’intenzione di diventare un appuntamento fisso con cadenza biennale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy