Salta al contenuto principale

Notte di soccorsi sul Carega

Salvato un escursionista

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
! minuto 26 secondi

La scorsa notte gli uomini del soccorso alpino del Veneto e dell’area operativa Trentino meridionale sono intervenuti sulle Piccole Dolomiti in aiuto ad un escursionista di 61 anni di Valdagno. A chiedere l’intervento dei soccorsi è stato il gestore del rifugio Campogrosso, in Vallarsa, intorno alle 20 di ieri sera, a seguito della chiamata di una donna, il cui marito si trovava in difficoltà dalle parti del Vaio dell’Acqua sul Carega. Messisi in contatto con l’uomo, i soccorritori hanno appreso dalle sue parole che aveva in realtà risalito da solo il Vaio dei Colori, per poi proseguire. Durante la discesa però era caduto da un salto di roccia procurandosi dei traumi.

A questo punto sono scattate immediatamente le ricerche. Hanno partecipato all’operazione anche i vigili del fuoco permanenti di Trento, i volontari di Rovereto e della Vallarsa assieme ai quelli dell’Orsa Maggiore. Sul posto anche l’elicottero del nucleo elicotteri della Provincia che ha sorvolato l’area con i visori notturni, senza rinvenire traccia dell’escursionista, ed ha provveduto al trasporto dei soccorritori al campo base fissato al rifugio Campogrosso, in modo da velocizzare i tempi di ricerca. Verso le 3 l’uomo è stato individuato da una squadra in area trentina nel Vallone Pissavacca, distante rispetto alla prima zona indicata. Evidentemente l’uomo non sapeva esattamente dove si trovava.

I soccorritori in quel punto hanno stabilizzato il ferito e, dopo averlo trasportato per circa due ore a piedi, lo hanno calato con delle corde per circa 400-500 metri fino alla strada, per poi trasportarlo in ambulanza al Rifugio Campogrosso. Le operazioni si sono concluse verso le 6 di questa mattina. L’uomo è stato portato all’ospedale Santa Chiara di Trento con l’elicottero: non è in gravi condizioni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?