Salta al contenuto principale

Castel Pietra,

tra demoni e streghe

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 21 secondi
Da tempo Castel Pietra, assurto a location di attrazione serale per residenti e non della Vallagarina, organizza interessanti e sempre partecipatissimi appuntamenti, tra aperitivi del bosco, cene con delitto e molto altro. Da ultima la proposta della compagnia La Burrasca e dell’associazione culturale lavisana, andata in scena i giorni scorsi nel suggestivo salone Cresseri dell’antico maniero. Una cinquantina gli spettatori (il numero massimo previsto dagli organizzatori) - una parte dei quali ha anche seguito la coinvolgente visita guidata che precede sempre gli appuntamenti tutti da prenotare - si sono riuniti per seguire il duo Maria Vittoria Barrella e Stefano Pietro Detassis in una piéce in vari quadri Minacce: nemici, diavoli streghe di Renato Barrella per la regia di Maura Pettorusso, ispirati alle leggende e dalla storia del trentino, dove riprendevano vita strie, untori, eretici e indemoniati. 
Uno spettacolo gradevole e impegnato in vari dialetti e toni, ora ironici ora drammatici, intorno a un tavolo dove pile di libri e candele partecipavano all’azione, che univa alle suggestioni scaturite dalla storia del territorio il ragionamento sulle contraddizioni e le dinamiche della contemporaneità. I due validissimi versatili attori protagonisti interpretano in atti cronologici personaggi che sono stati definiti minaccia dalla società nel tempo, stereotipi di «nemici» creati dalla società che il pensiero dominante in Italia e in Europa ha voluto identificare nei pensieri alternativi e nei personaggi «devianti» a partire dal loro rifiuto e dalla loro emarginazione, dagli ebrei e fino ai migranti di oggi. Applausi meritatissimi da parte del pubblico, poi dirottato verso il bancone per il brindisi di rito con i vini della cantina del castello.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?