Salta al contenuto principale

Martina, baby scrittrice

per ricordare il fratello

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
3 minuti 21 secondi

Mister Castoro, Conchi e l'angelo biondo: una storia fantastica e un'avventura indimenticabile racchiuse in un libro di otto pagine. L'autrice si chiama Martina Deimichei, è di Ala e ha saputo parlare di amore e di dolore, di gioia e di amicizia, seppur in poche pagine, come solo i grandi scrittori sanno fare. E lei, nonostante abbia solo dieci anni, è davvero una grande scrittrice. La storia si chiama «Mister Castoro alla scoperta del mare» ed è in realtà uno struggente ricordo e un commovente omaggio al fratellino Thomas, che adesso non c'è più. Anzi, non è più in questo mondo, che ha lasciato due anni fa quando aveva solo tre anni, ma forse Thomas oggi vive nel mondo magico creato dalla penna di Martina, al mare con gli amici Mister Castoro e Conchi. 

«Due anni fa la maestra assegnò alla classe un tema di fantasia - raccontano il papà Moreno Deimichei e la mamma Elisa Vicentini - e Martina, che allora aveva otto anni, scrisse la storia di Mister Castoro e della sua amica Conchi. Un racconto dal quale emerge tutto l'amore per il fratello, che era affezionato a un peluche a forma di castoro e che amava tanto il mare. E proprio al mare, nell'ultimo giorno di vacanza, se n'è andato». 

La storia è quella della conchiglia Conchi, che si ritrova in montagna, nei boschi ed è molto spaesata. Con il suo amico Mister Castoro intraprende un viaggio avventuroso per raggiungere il tanto amato mare. I due non riescono a raggiungerlo, quando arriva in loro aiuto un angelo biondo. Il finale, naturalmente, non lo sveliamo, ma da questo breve riassunto si può facilmente intuire quando di Thomas ci sia. «Lui è sempre con noi, ogni giorno, anche grazie al libro. Non abbiamo cambiato una virgola del tema, ma abbiamo aggiunto le illustrazioni: le hanno fatte Sofia Agnolin e la sua mamma Mara Avesani. Sono nostre amiche da quando ci siamo incontrate nel reparto di oncoematologia pediatrica. Sofia e Thomas hanno lottato insieme: lei oggi c'è e sta bene e i suoi disegni rappresentano la speranza di guarigione». 

Grazie alla spinta e all'aiuto della maestra di italiano Arianna Cavagna («È sempre stata vicina a Martina e nell'ultima udienza ci ha detto che in ogni suo tema si riesce a trovare qualche riferimento, anche velato, al fratello») e di tanti amici (tra cui Massimiliano Baroni, che ha curato la grafica) alla fine quel tema è diventato una vera pubblicazione. «Il 28 novembre, in occasione del decimo compleanno di Martina, volevamo farle un regalo: così nei mesi precedenti abbiamo lavorato con l'aiuto di tante persone e quel giorno le abbiamo dato la prima copia. Ne abbiamo stampate 500 e l'incasso (l'offerta è libera, a partire da 3 euro) è interamente devoluto all'Associazione 1-2-3 Stella di Ala, che aiuta con vari progetti i bambini meno fortunati. Al momento ce ne sono rimaste solo una decina, così abbiamo ordinato la ristampa con altre mille copie. Siamo felicissimi del successo: più vende e più soldi ci sono per aiutare i bambini, abbiamo la possibilità di regalare ad altri il sorriso che aveva Thomas».

Non servirebbe nemmeno scriverlo e lo avrete già capito, ma Moreno e Elisa sono due genitori con un cuore e un coraggio grandissimi. Trentotto anni lui, impiegato in una concessionaria a Rovereto, trentaquattro lei, assistente domiciliare per una cooperativa, vivono ad Ala. «Siamo in cinque più un angioletto biondo. Martina è la grande, poi ci sono Sara Maria di tre anni e Manuel di 18 mesi. Non neghiamo che abbiamo passato e continuiamo a passare momenti difficili e di sconforto, ma Thomas con la sua grande voglia di vivere ci ha insegnato ad affrontare le cose con il sorriso, e così facciamo». 

Sabato c'è stata la presentazione ufficiale del libro, in biblioteca ad Ala, davanti a 50 persone. «È stato un bel momento: Martina, che è un po' timida, ha letto un ringraziamento e tanti le hanno fatto i complimenti». Complimenti che, per una scrittrice così, non sono mai abbastanza: brava Martina, e grazie per aver regalato a tutti le avventure di Mister Castoro e Conchi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?