Salta al contenuto principale

Orsi, scorpacciata di uva

in valle dei Laghi - VIDEO

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 59 secondi

Una speciale abbuffata notturna è stata immortalata tra le vigne della Valle dei Laghi dalla fototrappola dei coniugi appassionati naturalisti Franco Cadonna e Fabiana Limelli. I commensali erano mamma orsa con un cucciolo nato quest'anno, che si sono aggrappati alle viti poco fuori dal bosco, nei pressi di un centro abitato. La telecamera ha inquadrato inizialmente un maschio adulto, che si è fermato qualche secondo davanti all'obiettivo per osservare i grappoli ormai maturi.

Una decina di minuti più tardi, nella stessa zona si sono mostrati un'orsa con il suo cucciolo. Nelle immagini - registrate nei giorni scorsi a notte fonda - si nota mamma orsa e il piccolo mangiare l'uva per poi spostarsi in un filare più a monte uscendo dunque dall'inquadratura. Difficile quantificare il danno, alla luce del fatto che quella è una zona di passaggio anche per gli ungulati. «L'uva è un alimento prezioso per l'orso, che è un animale opportunista e prevalentemente vegetariano. I grappoli sono infatti ricchi di zuccheri e facilmente raggiungibili e dunque i plantigradi li scelgono per accumulare calorie in vista del letargo invernale» spiega Cadonna, che assieme alla moglie collabora con l'Ufficio faunistico fornendo un aiuto per il monitoraggio scientifico degli orsi presenti sul territorio trentino.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?