Salta al contenuto principale

Ravina, addio all'Eurospin

«Guadagni ridotti»

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 4 secondi

Chiude il punto vendita Eurospin di Ravina: il piccolo negozio a conduzione familiare, circa 350 metri quadrati a disposizione della popolazione del sobborgo, ha abbassato definitivamente le serrande il giorno di San Silvestro. 
Si tratta dello stesso supermercato in cui, a inizio dicembre, i carabinieri del Nas di Trento avevano posto sotto sequestro l'intero reparto macelleria a causa, pare, della preparazione di hamburger con carne scaduta (all'epoca dei fatti il titolare aveva immediatamente respinto l'accusa, ndr).
Il 2017 si è, quindi, chiuso con un «addio» ai clienti da parte della famiglia Sartori, che da una decina d'anni gestiva in via Valembrar l'attività di vendita di generi alimentari facente capo al discount italiano da 4 miliardi di fatturato. I clienti più affezionati potranno ritrovare gli ormai ex gestori del negozio Eurospin di Ravina presso il punto vendita di via San Pio X, anch'esso con l'insegna che fa riferimento al discount del gruppo Dao (azionista e socio fondatore di Eurospin). 

«Mancano le condizioni per mantenere aperto il negozio: i ridottissimi margini di guadagno ci impediscono di proseguire l'attività», è il commento del titolare Andrea Sartori che, insieme alla moglie Susy Moser, si occupa dell'attività commerciale di vendita al dettaglio. «Il piccolo discount di Ravina non ha i presupposti per continuare in modo redditizio: non riusciamo più nemmeno ad avere le risorse per pagare i nostri due dipendenti - spiega - Ormai la quasi totalità degli acquirenti preferisce rivolgersi a supermercati che hanno a disposizione una grande metratura, più prodotti in vendita ed esposti in bella mostra. Nonché ampi spazi di parcheggio». Insomma, a detta di Sartori i piccoli punti vendita di paese sono destinati a morte certa. 

Diverso il discorso per l'Eurospin di via San Pio X. «In questo caso - commenta - la posizione più centrale e spazi maggiori rispetto al discount di Ravina aiutano a far quadrare meglio il bilancio».
Sartori dichiara che i due dipendenti dell'Eurospin di Ravina «troveranno un altro impiego oppure andranno in disoccupazione». Su un eventuale assunzione presso l'Eurospin di via San Pio X il titolare non si esprime in modo chiaro: «Potrebbe essere una possibilità - afferma - ma per il momento ci stiamo concentrando sulla riorganizzazione del discount che continuerà ad essere aperto (ovvero quello di via San Pio X) e non posso ancora dire se ci sarà lavoro per entrambi».
Sartori conclude dicendo che la disdetta era stata già data entro lo scorso marzo per la fine dell'anno. E così è poi è stato con la chiusura del punto vendita di Ravina.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?