Salta al contenuto principale

Comuni uniti per il sociale

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 18 secondi
Esordio del nuovo tavolo che si occuperà delle politiche sociali in Vallagarina. Al primo incontro di lavoro presenti i rappresentanti di Comuni, cooperative sociali, mondo del volontariato, distretto sanitario, servizi scolastici, sindacati e associazioni dei lavoratori, agenzia del lavoro, Apsp. Dopo il saluto del presidente della Comunità della Vallagarina Stefano Bisoffi, nella sala Aste di via Tommaseo, alla presenza dei due assessori del sociale (Enrica Zandonai per la Comunità e Mauro Previdi per il Comune di Rovereto), è stato dato dato il via ai lavori del Tavolo territoriale per la pianificazione sociale. Si è trattato del primo di una serie di incontri che fino a giugno prossimo avranno lo scopo di definire, in maniera condivisa e partecipata, il nuovo piano sociale di comunità. Ossia lo strumento con il quale la Comunità definisce i metodi e i contenuti delle politiche sociali. 
«In un momento di grande mutamento e fragilità nella nostra società che si traduce in nuove situazioni di bisogno, - spiegano da via Tommaseo - approvare un nuovo piano sociale significa cercare di dare risposte adeguate ai bisogni emergenti delle famiglie. In sostanza il nuovo processo di pianificazione sociale dovrà tener conto delle attuali caratteristiche del contesto socio-economico e dei cambiamenti in atto. Rispetto alla pianificazione precedente è necessario un cambiamento di prospettiva al fine di costruire reti formali e informali sul territorio che coinvolgano, oltre agli addetti ai lavori, anche nuovi soggetti che rappresentano più in generale la popolazione. Si favoriranno e sosterranno le risposte e i progetti che si auto-sostengono e che producono sul territorio, a cascata, nuove risorse umane e relazionali».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?