Salta al contenuto principale

Mattei e la Fondazione:

«Betta scelga con serenità»

L'ex sindaco ha ufficializzato la candidatura per il Cda della Rsa arcense. Non commenta il dibattito acceso sul suo nominativo ma invita a lasciar scegliere l'amministrazione

Chiudi

La Fondazione Comunità di Arco, la Rsa arcense di via Strappazocche

Fonte:

Stefano Salvi

Apri

Stefano Salvi

Tempo di lettura: 
! minuto 27 secondi

Ora che si è chiuso ufficialmente il termine per la presentazione dei curriculum e delle candidature per entrare a far parte del futuro cda della «Fondazione Comunità di Arco», tocca al sindaco Alessandro Betta fare una scelta.

Nonostante le prese di posizione critiche espresse in questi giorni - ultime quelle di Albino Marchi e della Busa Consapevole - l’ex sindaco Paolo Mattei rimane il grande favorito per l’ambita carica di prossimo presidente del cda dopo Roberto De Laurentis.

Ad ammetterlo, in maniera più o meno esplicita, è lo stesso Betta: «La lista civica ha fatto dei ragionamenti e me li ha sottoposti, devo tenerne conto - commenta il primo cittadino - c’è un aspetto di carattere politico e di equilibri di maggioranza che non nascondo. La stessa civica ha tenuto la propria posizione ferma su Paolo Mattei e io parto da quel dato, è innegabile. Ovviamente c’è da fare un lavoro serio, sono uscite tante posizioni che vanno affrontate e discusse».

Sono 14, oltre a quella di Mattei, le candidature presentate in Municipio: «Ci sono dei nomi importanti e di spessore, bisognerà guardare i curriculum - afferma Alessandro Betta - potrebbe arrivare qualche altra candidatura per posta, bisogna tenere conto anche di questo, poiché fa fede la data di invio della raccomandata. Non mi stupirebbe se ci fosse qualcun altro».

Il sindaco sottolinea inoltre che nell’andare a costruire la nuova squadra «bisognerà interloquire con il parrocco, poiché un dialogo con la parrocchia ci deve essere».

Paolo Mattei per il momento preferisce non commentare e non intervenire nel dibattito in corso, sottolineando che occorre «lasciare che chi ha le prerogative istituzionali possa decidere con la dovuta serenità».

La scelta di Betta potrebbe arrivare a breve e, salvo sorprese, Mattei sarà della partita.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?