Salta al contenuto principale

Il "rivano" Rick Santorum ci riprova

e torna in corsa per la Casa Bianca

Il 57enne di origini trentine ha ufficializzato la candidatura per i Repubblicani

Chiudi

Rick Santorum, 57 anni, in una foto d'archivio durante la campagna elettorale per la candidatura repubblicana alla presidenza degli Stati Uniti nel 2012. Giunse secondo, ma ora ci riprova. Santorum ha origini trentine, rivane in particolare

Fonte:

EPA

Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 12 secondi

Il "rivano" Rick Santorum ci riprova. Da ultra cattolico e tradizionalista esponente dei Repubblicani d’America torna in pista per la Casa Bianca.

L’ex senatore della Pennsylvania, di origini rivane, già candidato nel 2012 e finito secondo nelle primarie dopo Mitt Romney (poi sconfitto al voto da Obama), ha scelto per l’annuncio la città dove è cresciuto, Butler.

Santorum, 57 anni, avvocato e padre di sette figli (di cui una affetta da un grave disturbo genetico) ha deciso di ufficializzare la sua candidatura per le presidenziali del 2016 circondato da operai, per dimostrare come il suo messaggio elettorale è indirizzato soprattutto alla “working class”.

Punti forti del suo programma restano la ferma opposizione ai matrimoni gay, alla contraccezione e all’aborto. Nel 2012 il suo slogan fu «Dio, patria e famiglia». Falco in politica estera, Santorum dichiarò a suo tempo di essere favorevole a un bombardamento dei siti nucleari iraniani.

Con il “rivano” d’America salgono così a sette i candidati repubblicani per la poltrona di presidente degli Stati Uniti. Finora sono ufficialmente in campo Carly Fiorina, Marco Rubio, Mike Huckabee, Rand Paul, Ted Cruz e Ben Carson. Ma altri sono pronti a scendere in campo, a partire dall’attesissimo Jeb Bush.
Quest’ultimo fa in pratica campagna elettorale da mesi.

Già tre anni fa suscitò un certo interesse, anche nei media d’Oltreoceano, l’origine italiana di Rick Santorum. Se andrà avanti nella «convention» repubblicana i riflettori dei media Usa torneranno ad accendersi anche su Riva.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?