Salta al contenuto principale

Porfido Albiano, cinquant'anni di calcio

in una mostra fotografica che apre oggi

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 59 secondi
L’Associazione sportiva dilettantistica Porfido Albiano che promuove e pratica il gioco del calcio, è nella storia.
Nata nel 1968, compie cinquant’anni che vengono rappresentati nella mostra fotografica allestita per l’occasione alla «Casa-museo del porfido», via Don Luigi Albasini, 8. 
Inaugurazione alle 17.30 di oggi con successivo brindisi al teatro tenda che ospita la «Castagnada Biana» giunta alla 35ª edizione.
Cammino sempre bello e frizzante quello inanellato dal Porfido Albiano - a tratti pure glorioso - che prende le mosse dal balon che veniva battuto a pugno. Fino verso gli anni ‘60, con l’esordio della prima squadra a contendersi il primato nella rivalità fra i comuni della valle di Cembra. Gruppo sportivo ufficializzato nel 1968 con la nascita dell’Unione sportiva Albiano che trova sostegno dal comune, Cassa rurale e Famiglia cooperativa. A scorrere l’album dei ricordi è l’ex sindaco di Albiano e attuale assessore, Giuliano Ravanelli, che ricorda il primo consiglio direttivo presieduto da Carlo Lazzerini (vice Renzo Odorizzi), con i tecnici Marco Casagranda, Dario Filippi e Vittorio Pisetta. Medico sociale Pietro Virdia. Da subito iscrizione alla Figc per i rossoneri che nello stemma propongono un toro in procinto di «caricare».
Sempre occhio di riguardo all’attività giovanile e prime iscrizioni ai tornei e campionati dilettantistici accanto a squadre di Pulcini, Giovanissimi, Under 18 e Juniores.
Saranno omaggiati con la maglia rossonera i vari presidenti che, dopo il citato Lazzerini, sono stati Renzo Odorizzi, Sergio Pisetta, Dario Filippi, Bruno Filippi, Mario Odorizzi, Massimo Forgheraiter, Fulvio Filippi, fino all’attuale Mario Casna.
Dai campionati amatoriali a quelli federali, con due splendide promozioni fino all’allora Prima categoria, conquistata nella stagione 1986-87. Prima amarezza con la retrocessione nel 1990, e immediato ritorno in «Prima» con primato nel 1995 che è valso il salto in «Promozione». Ancora allori con l’allenatore Franco Pistolato che nell’anno 2000 riuscì nell’impresa della conquista di un posto nel massimo campionato regionale di «Promozione». Sei stagioni, prima dello storico debutto in serie D, con Manfioletti. Solo per un campionato, prima della risalita, nel 2009, con l’allenatore Giuseppe Orsini. Ritorno in serie D frutto di una stagione da record con 22 vittorie, 7 pareggi e una sola sconfitta. Poi, storia recente, con la prima squadra del Porfido Albiano retrocessa fino alla «Promozione». Con l’augurio di risalire quanto prima, che viene rivolto all’attuale gruppo dirigente e agli allenatori e tecnici Massimo Dell’Agnolo, Andrea Avi, Andrea Castelli, Ivano Pisetta, Italo Pisetta, Livio Nicolodi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy