Salta al contenuto principale

Finisce con l'auto nella scarpata

e si ferma tra gli alberi: salvo

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 54 secondi

Può considerarsi davvero un miracolato il quarantanovenne giudicariese protagonista suo malgrado di uno spettacolare incidente lungo la statale 239 di Campiglio, che da Tione sale verso la Rendena.

Mentre al volante della sua Fiat Sedici stava scendendo da Iavré verso la «Busa», ha perso improvvisamente il controllo della vettura, che è sbandata dapprima verso destra, finendo su un cumulo di neve a margine della carreggiata, poi spostandosi sulla sinistra. La corsa della Sedici è finita lungo la scarpata verso il letto del Sarca, con l’auto che si è fermata tra gli alberi, dopo essersi rovesciata, circa una quarantina di metri a valle della strada.

Subito sono scattati i soccorsi, allertati da altri automobilisti che avevano assistito alle impressionanti sequenze dell’uscita di strada: il personale della centrale unica per l’emergenza hanno inviato sulla statale 239 i vigili del fuoco volontari del corpo di Tione e di Villa Rendena, oltre ai sanitari sul posto con una ambulanza, agli uomini del Soccorso alpino e agli agenti della polizia locale del corpo delle Giudicarie.

L’uomo è stato estratto dall’abitacolo della Sedici con qualche ferita e contusione ed è stato trasferito all’ospedale di Tione per essere sottoposto alle cure necessarie, ma data la dinamica dell’incidente ha davvero limitato al minimo le conseguenze: la vettura è stata poi recuperata grazie al lavoro congiunto di vigili del fuoco, Soccorso alpino e soccorso stradale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy