Salta al contenuto principale

Ce.Dro, sempre in scena

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 0 secondi

È una realtà associativa che da molti anni si distingue per la sua vivacità e per un’attività serrata capace di coinvolgere diverse generazioni.
Quelli della filodrammatica «Ce.Dro», di Dro, non amano star fermi, neppure quando è “bassa stagione” anche sul fronte teatrale. Qualcosa in pentola bolle sempre e dopo un silenzio neppure troppo lungo ecco arrivare qualche interessante novità.
«È passato più tempo del solito - dicono dalla filodrammatica - ma questo è dovuto soprattutto alla preparazione e allo stuio della nuovissima commedia di Antonia Dalpiaz dal titolo “Vampade d’istà”, alla quale la compagnia sta lavorando sodo con l’obiettivo di realizzare la messa in scena a breve. Bisogna fare un elogio agli attori che, anche in piena estate e con un caldo insopportabile, si sono dati appuntamento il giovedì per continuare le prove. Ora sono sul rettifilo finale, quasi pronti per un nuovo debutto».
Quest’anno la filodrammatica «Ce.Dro», con l’aiuto di Cofas, ha investito nuove energie alla ricerca di una crescita migliorativa: «Sicuramente - dicono - con l’insegnamento di un docente come Bruno Vanzo la nostra filodrammatica non potrà che trarre beneficio dalla sua esperienza e passione sincera per l’arte teatrale. Un “grazie” di cuore a lui e alla Cofas».
Tra l’altro la filodrammatica sta lavorando su più fronti: «Oltre alla fatiche per la nuova commedia - spiegano - abbiamo ricevuto nuove richieste per portare in scena la commedia di Loredana Cont “Nuda e per pochi soldi”, perciò nuove prove, nuovi attori e tanto tempo da investire, ma la passione per il teatro e l’entusiasmo ci danno la forza di andare avanti. Lo spirito maggiore è l’armonia che esiste fra tutti i componenti della filodrammatica».
La «Ce.Dro» sta organizzando anche un corso di teatro per ragazzi, come accaduto anche negli anni scorsi, per avvicinare i giovanissimi a questa nobile arte. Il corso dovrebbe ripartire a dicembre con i primi approcci all’arte della recitazione, per poi proseguire con il nuovo anno. I ragazzi e le ragazze che intendessero partecipare all’iniziativa, dovranno perà garantire la massima adesione al progetto e una certa continuità nelle presenze: «Praticamente ci devono essere sempre o quasi - concludono dalla filodrammatica - soprattutto per una questione legata al rispetto reciproco sia nei confronti del docente che degli altri ragazzi iscritti».
Le iscrizioni cominceranno nei prossimi giorni, nel frattempo la filodrammatica metterà a punto il calendario delle lezioni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy