Salta al contenuto principale

Univesità del tempo libero di Ledro,

partono i nuovi corsi

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 40 secondi

Il nuovo anno accademico dell’«Università della terza età e del Tempo disponibile» è pronto a partire in Valle di Ledro.
Ventuno le date inserite nel programma della stagione 2018-19, suddivise tra i corsi di «Tutela dell’ambiente e uso delle risorse-parte 2» curato da Tania De Oliva; «Storia dell’arte-parte 3» con Valentina Vernazza; «Religioni e pluralismo religioso-parte 2» di Giacomo Radoani; «Educazione all’Europa-parte 2» a cura di Vittorino Rodaro; «Il cittadino e le istituzioni: il difensore civico-parte 2» di Daniela Longo. A queste, si aggiungeranno le conferenze dal titolo «Economia, globalizzazione, finanza, lavoro» di Ivan Montagni, «Geografia, appunti di viaggio: India» con Vittorio Napoli, e il ciclo di tre incontri su «Storia del Trentino», a cura di Aldo Gottardi. Il tutto, spalmato su cinque mesi, dal 24 ottobre fino al 27 marzo, ogni mercoledì dalle 15 alle 17 presso la sede del Circolo pensionati, in piazza Cassoni 12 a Bezzecca. Dove, fino al 30 novembre, sarà possibile iscriversi nei giorni di giovedì, sabato e domenica, dalle 16 alle 18, tramite i referenti - Luisa Giovannetti, Angelo Penner ed Alberto Santolini. La quota d’iscrizione è leggermente aumentata rispetto all’anno passato ed è pari a 50 euro.
Il via dunque a breve, con nuovi incontri formativi e di aggiornamento che nell’ambito della comunità ledrense rappresentano anche un’importante occasione di inclusione sociale. Il progetto dell’Università della terza età e del Tempo disponibile è nata infatti ancora nel 2002 in collaborazione con l’Istituto regionale di Studi e ricerca sociale di Trento, e dal 2014 con la Fondazione Franco Demarchi, con lo scopo di offrire alla popolazione locale e soprattutto agli adulti anziani sia un’attività di educazione volta a favorire la crescita culturale, civica e sociale della persona e della comunità, sia una significativa funzione aggregativa. Un servizio di educazione nato e cresciuto insomma per rispondere ad un’esigenza di formazione e favorire lo sviluppo di un senso di appartenenza dal quale nel corso degli anni hanno avuto origine attività di carattere socio-ricreativo ed iniziative di volontariato. Informazioni: Comune di Ledro - tel. 0464.592720 oppure comune@comune.ledro.tn.it.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?