Salta al contenuto principale

Un «parco didattico»

sul Monte Anglone

Sarà presentato mercoledì durante la festa dell'associazione «Crozolam» al bivacco. Poi dimostrazione della calata della legna a valle con le antiche «cavre»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 9 secondi

Un appuntamento sempre atteso dalla comunità droata tra natura, storia e tradizione.

Torna mercoledì 25 aprile «Festa della Liberazione» la festa alpina proposta dall’associazione Crozolam in località Fratte sul monte Angolone al caratteristico bivacco.

Una festa organizzata dai volontari guidati dal presidente Moreno Defrancesco, impegnati da tempo nel recupero e restauro dell’antico bivacco (anche al centro di danneggiamenti), che in quest’edizione inaugureranno il nuovo «parco didattico», luogo per non disperdere le memorie storiche e culturali del monte Anglone, dove pastori e taglialegna hanno costruito antichi manufatti per il trasporto della legna da ardere e le attività di un tempo.

Il programma della festa prevede alle 10.30 in località Fratte la Messa celebrata dal parroco di Dro e Ceniga don Stefano Anzelini, alle 11.20 il saluto delle autorità e l’inaugurazione del «giardino didattico» e alle 12.15 il tradizionale «pranzo del boscaiolo».

Alle 14.30 l’estrazione della sottoscrizione a premi e la dimostrazione della calata della legna a valle con le antiche «cavre» e visite guidate al nuovo parco.

L’associazione Crozolam aderisce al protocollo comunale «Fa festa anche l’ambiente» per la realizzazione di manifestazioni a ridotto impatto ambientale. E’ consigliato utilizzare i sentieri Sat n. 425 dal centro sportivo di Oltra, o n. 428 da Ceniga (il sentiero delle Cavre) con adeguata attrezzatura.

Si può salire in macchina da Varignano d’Arco lungo la strada forestale verso San Giovanni al Monte e seguendo gli appositi cartelli.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?