Salta al contenuto principale

Migranti, dopo l'accordo l'Austria

pronta a difendere confini sud

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 4 secondi

Dopo l’accordo di Cdu e Csu e la pianificazione di zone di transito ai confini della Germania, il governo austriaco si dichiara pronto a mettere in atto «misure di protezione dei suoi confini meridionali» e attende un rapido chiarimento da Berlino: è quanto emerge dalla presa di posizione comunicata oggi dal cancelliere austriaco Sebastian Kurz, il vice-cancelliere Heinz-Christian Strache  e il ministro degli interni Herbert Kickl.

«L’unione della Cdu e della Csu preannuncia che la Germania vuole applicare misure nazionali per contrastare il flusso migratorio» si legge nella dichiarazione resa nota stamane dall’Apa. «Se questa dovesse essere la posizione del governo - si legge nella dichiarazione del governo austriaco - dovremmo provvedere a mettere in piedi della misure per tutelare l’Austria e la sua popolazione e il governo è pronto ad attuare misure per proteggere i nostri confini meridionali». 

Il ministro dell’Interno tedesco, Horst Seehofer, ha riferito di una telefonata con il cancelliere austriaco, Sebastian Kurz, sui centri transito decisi dall’Unione per i migranti registrati in altri Paesi Ue, e ha annunciato di voler parlare anche con Roma. «Parleremo naturalmente anche con l’Italia. Dobbiamo prima però sapere cosa vogliamo», ha affermato nel corso dell’incontro del suo gruppo parlamentare, secondo la Dpa. Seehofer vuole «volare a Vienna il più presto possibile», anche se una data non è ancora stata ancora fissata.

 «Con l’Italia abbiamo solide relazioni e noi rispettiamo la decisione delle quote in tutti i paesi membri ed in qualità di cancelliere ho sempre cercato di avere dei buoni contatti con tutti i paesi vicini, ma anche con tutti altri partner dell’Ue». Lo ha detto il cancelliere austriaco Sebastian Kurz alla conferenza stampa al parlamento europeo a Strasburgo. «Ma naturalmente in qualità di presidente di turno del semestre europeo è necessario cooperare con tutti i governi ed i capi di stato e di governo dell’Ue».


 

Dopo le affermazione del Governo austriaco sulla chiusura dei confini a sud del proprio Paese sulla questione dei migranti è intervenuto il presidente della Giunta provinciale Arno Kompatscher. «Questa mattina mi sono sentito con il governatore del Tirolo Guenther Platter e ci siamo confrontati sull’argomento. Entrambi siamo giunti alla conclusione che attualmente la situazione non richieda misure di questo genere», ha detto Kompatscher, rispondendo ai giornalisti nell’ambito della sua conferenza stampa.
«Inanzittutto bisogna capire cosa vuole fare la Germania - ha continuato Kompatscher - e quali siano le conseguenze in Austria. Però attualmente al Brennero è tutto tranquillo».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy