Salta al contenuto principale

Il Marzola ritrova la serie B dopo 18 anni

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 24 secondi

Un ritorno atteso a lungo, quasi due decenni. Dopo 18 anni il Marzola torna nei campionati nazionali di pallavolo. La società poera ha ormai fatto partire il conto alla rovescia verso il ritorno in serie B2, focalizzando la propria attenzione sull'esordio a Gabbiolo di sabato 19 ottobre contro le veronesi del Peschiera Ponti.

Nella serata di martedì, a Povo, un momento di rottura del ghiaccio, con la presentazione ufficiale della neopromossa squadra poera. Che arriva a questa serie B2 dopo due campionati regionali, la D e la C, vinti in due anni di fila ed in carrozza, fino almeno alla bellissima e tiratissima finale playoff promozione contro il Torrefranca. E per seguire il vecchio adagio che squadra che vince non si cambia, nonostante il salto di categoria gran parte dell'organico del Marzola è stato confermato anche in serie B2.

«Ci aspetta una stagione difficile ma molto affascinante», ha spiegato Carlo Segatta presidente della polisportiva Marzola facendo l'in bocca al lupo alle sue ragazze. Una squadra che dopo il biennio con Guido Guzzo in panchina, traslocato ora alla guida della Bassa Vallagarina Volley, ora avrà l'ex gardesano Davide Di Nardo al timone. «Il campionato di B2 sarà di livello alto ed impegnativo - ha spiegato l'allenatore lombardo ormai trapiantato da anni sul lago di Garda - noi ci arriviamo con una squadra che ha molto entusiasmo e tanta voglia di fare. Sono molto contento di queste prime settimane di lavoro, di come si stanno allenando le ragazze e della voglia di migliorare e crescere che stanno avendo tutte. Sappiamo che ci attende un torneo tosto, ma dobbiamo pensare solamente a lavorare al meglio e ad affrontare al massimo un avversario alla volta». Pochi e mirati cambiamenti in casa Marzola. A partire dalla nuova regista, Lorena Tuller, per diversi anni palleggiatrice in serie B2 fra Lizzana ed Alta Valsugana Volley, l'unica dell'organico poero a conoscere bene il campionato cadetto. Perché poi accanto al filotto di riconferme sono arrivate ragazze giovani ma molto futuribili, come l'ennesimo «prodotto» di casa Michieletto.

Ovvero quella Annalisa Michieletto che, schierata in posto-4 come valida alternativa a Bosio e Ferrari, approda direttamente in serie B2 dopo una più che positiva stagione in maglia Solteri nel campionato di serie D. Con Michieletto in posto-4 nel ruolo di opposto si alterneranno due delle centrali (in primis Sofia Nalmodi) attualmente in rosa, visto che non è stata portata in organico una giocatrice di posto-2. Per allungare l'organico al centro attualmente si stanno allenando e potrebbero essere inserite in organico anche due «veterane» del volley cadetto trentino, ovvero Veronica Penasa (ex Ata e Trentino Rosa) e Jessica Brugnara, reduce dai pochi mesi della stagione scorsa giocati in maglia Argentario dopo la gravidanza. Prima di una cena tutte insieme spazio ai saluti ed all'in bocca al lupo anche del vice presidente, Andrea Detassis, e del dirigente della prima squadra Massimo Cristofaro che svolgerà anche le funzioni di scoutman.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy