Salta al contenuto principale

Tutto facile per l'Itas

in Coppa Cev ai quarti

battendo gli svizzeri

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 41 secondi

L'obiettivo di raggiungere la semifinale in Cev Cup è stato raggiunto dall'Itas in scioltezza, ieri sera. Gli svizzeri dell'Amriswil, nonostante l'avvio che li ha visti avvantaggiarsi di quattro punti a causa degli errori dei trentini, si sono smarriti subito. E il rapporto di valore è emerso chiaro nel secondo set, vinto 25-13 dalla squadra allenata da Angelo Lorenzetti nonostante una formazione d'emergenza. Tanto è bastato per mettere in cassaforte il passaggio del turno e attendere in semifinale la vincente tra Olimpiacos Piraeus e il Neftohmic 2010 Burgas che si gioca oggi dopo il 3-1 con cui i bulgari del Burgas hanno vinto all'andata.

FORMAZIONE D'EMERGENZA. Il principale problema che Angelo Lorenzetti e i suoi devono fronteggiare è legato alle condizioni fisiche. Molti sono infatti i giocatori trentini in cattive condizioni. E parecchi di questi guai hanno avuto origine proprio nella gara di andata ad Amriswil a causa di un impianto non idoneo alla pallavolo di altissimi livelli. C'è poi la situazione di Uros Kovacevic che invece ha risentito di un fastidio muscolare alla schiena durante la partita di sabato in Coppa Italia contro la Lube Civitanova. Così, facendo di necessità virtù, coach Lorenzetti ha inserito nella lista dei suoi giocatori anche i giovanissimi Filippo Pizzini ? alzatore classe 1999 ? e Alessandro Michieletto, schiacciatore nato nel 2001.
Appena in campo, gli attaccanti dell'Itas impiegano qualche minuto a prendere le misure con il palleggiatore Daldello, schierato al posto di Giannelli. Ma è solo uno scotto iniziale. 

PILOTA AUTOMATICO. Il secondo set è un tiro al piccione senza alcuna storia. Vettori va al servizio sul 4-1 e trascina la squadra fino al 9-1. L'Amriswil è completamente rintronato dalle bordate dei trentini e non riesce più a opporre alcuna resistenza.

Nel terzo set c'è spazio anche per i giovanissimi Pizzini e Michieletto. Ed è proprio quest'ultimo che si prende la soddisfazione di mettere a terra il punto del 25-16 che dichiara chiuse le ostilità tra le due formazioni. Finisce 3-0 e ora per l'Itas c'è da pensare alla partita di lunedì sera quando alle 20, a Verona, si troveranno di fronte la Calzedonia.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy