Salta al contenuto principale

Diatec pazzesca: vittoria 3-0

Ora decisiva gara 5

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 44 secondi

Una Diatec da urlo schianta Perugia in tre set (25-22, 26-24 e 25-23) e si guadagna una meritatissima gara 5. La compagine trentina ha giocato una gara praticamente perfetta, mettendo in campo un cuore grande così in un PalaTrento gremito e bollente. Adesso sarà necessaria gara 5 per decretare chi andrà a giocarsi la finale scudetto: giovedì sera, dopo la prova di oggi, tutta Trento potrà sognare. 

Diatec Trentino-Sir Safety Conad Perugia 3-0
(25-22, 26-24, 25-23)
DIATEC TRENTINO: Vettori 11, Lanza 13, Eder 3, Giannelli 6, Kovacevic 8, Kozamernik 6, De Pandis (L); Zingel, Hoag 5, Teppan, Chiappa (L). N.e. Cavuto e Partenio. All. Angelo Lorenzetti.
SIR SAFETY CONAD: Zaytsev 8, Podrascanin 8, Atanasijevic 5, Russell 8, Anzani 5, De Cecco 1, Colaci (L); Shaw, Berger 7, Andric 2. N.e. Ricci, Cesarini, Della Lunga, Siirila. All. Lorenzo Bernardi.
ARBITRI:
Gnani di Ferrara e Tanasi di Noto (Siracusa).
DURATA SET:  27’, 32’, 30’; tot  1h e 29’.
NOTE: 4.004 spettatori, per un incasso di 72.175 euro. Diatec Trentino: 9 muri, 5 ace, 16 errori in battuta, 5 errori azione, 52% in attacco, 45% (25%) in ricezione. Sir Safety Conad: 3 muri, 6 ace, 14 errori in battuta, 9 errori azione, 45% in attacco, 44% (29%) in ricezione. Mvp Giannelli.

La cronaca di gara 4. Nella Diatec Trentino Lorenzetti offre nuovamente un posto fra i titolari a Vettori, schierato opposto in diagonale al regista Giannelli; Lanza e Kovacevic in banda, Eder e Kozamernik al centro, De Pandis libero gli altri cinque gialloblù del sestetto. Bernardi conferma Russel in posto 4 al fianco di Zaytsev, De Cecco al palleggio, Atanasijevic opposto, Podrascanin e Anzani al centro, Colaci libero. L’avvio dei padroni di casa è determinato a muro ed al servizio; in pochi secondi il 2-4 esterno propiziato principalmente da Zaytsev si trasforma in 8-6 interno grazie ad uno scatenato Lanza (anche un ace) e ai block di Giannelli (2). Trento spinge ancora in battuta (12-9), costringendo gli umbri ad interrompere il gioco e alla ripresa un ace di Podrascanin riporta a stretto contatto gli ospiti (17-16). Per ripartire di nuovo (20-17) serve un errore di Atanasijevic (20-17); Perugia con Berger in campo per Atanasjievic risale nuovamente la china sino al 21-22 esterno prima di subire un break di 4-0 (25-22) propiziato da Lanza e Kovacevic (ace).

La Diatec Trentino parte bene anche nel secondo set (6-4, 10-8), spinta dall’efficacia a rete di Lanza e Kozamernik. I gialloblù giocano col braccio sciolto e Perugia fatica a contenerli a rete ed in seconda linea; anche Vettori mette sovente il pallone a te (15-12). Bernardi inserisce Berger e Andric per Russell e Atanasijevic; la sua squadra vacilla (17-13) ma non perde troppo contatto. La parità arriva in seguito a quota 24, dopo che Perugia ha risalito la china annullando anche due palle set. Ai vantaggi è un redivivo Vettori a risolvere la questione con due attacchi consecutivi che valgono il 26-24.

La Sir Safety Conad reagisce in avvio di terzo parziale, provando la fuga sul 5-8 propiziata dagli ace di Anzani (due consecutivi). In campo Bernardi schiera Berger nel ruolo di finto opposto; Trento ci mette un po’ a prendere le misure a questo assetto ma poi riesce a farlo ricucendo lo strappo da 7-10 a 10-11. La parità arriva a quota 12, poi da lì in avanti le due squadre di alternano al comando delle operazioni (14-16, 18-17). Trento crea il break (21-19) approfittando degli errori ospiti e vola verso il 3-0 (25-23) con Hoag. Si va a gara 5!

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?