Salta al contenuto principale

Diatec pazzesca: vittoria 3-0

Ora decisiva gara 5

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 44 secondi

Una Diatec da urlo schianta Perugia in tre set (25-22, 26-24 e 25-23) e si guadagna una meritatissima gara 5. La compagine trentina ha giocato una gara praticamente perfetta, mettendo in campo un cuore grande così in un PalaTrento gremito e bollente. Adesso sarà necessaria gara 5 per decretare chi andrà a giocarsi la finale scudetto: giovedì sera, dopo la prova di oggi, tutta Trento potrà sognare. 

Diatec Trentino-Sir Safety Conad Perugia 3-0
(25-22, 26-24, 25-23)
DIATEC TRENTINO: Vettori 11, Lanza 13, Eder 3, Giannelli 6, Kovacevic 8, Kozamernik 6, De Pandis (L); Zingel, Hoag 5, Teppan, Chiappa (L). N.e. Cavuto e Partenio. All. Angelo Lorenzetti.
SIR SAFETY CONAD: Zaytsev 8, Podrascanin 8, Atanasijevic 5, Russell 8, Anzani 5, De Cecco 1, Colaci (L); Shaw, Berger 7, Andric 2. N.e. Ricci, Cesarini, Della Lunga, Siirila. All. Lorenzo Bernardi.
ARBITRI:
Gnani di Ferrara e Tanasi di Noto (Siracusa).
DURATA SET:  27’, 32’, 30’; tot  1h e 29’.
NOTE: 4.004 spettatori, per un incasso di 72.175 euro. Diatec Trentino: 9 muri, 5 ace, 16 errori in battuta, 5 errori azione, 52% in attacco, 45% (25%) in ricezione. Sir Safety Conad: 3 muri, 6 ace, 14 errori in battuta, 9 errori azione, 45% in attacco, 44% (29%) in ricezione. Mvp Giannelli.

La cronaca di gara 4. Nella Diatec Trentino Lorenzetti offre nuovamente un posto fra i titolari a Vettori, schierato opposto in diagonale al regista Giannelli; Lanza e Kovacevic in banda, Eder e Kozamernik al centro, De Pandis libero gli altri cinque gialloblù del sestetto. Bernardi conferma Russel in posto 4 al fianco di Zaytsev, De Cecco al palleggio, Atanasijevic opposto, Podrascanin e Anzani al centro, Colaci libero. L’avvio dei padroni di casa è determinato a muro ed al servizio; in pochi secondi il 2-4 esterno propiziato principalmente da Zaytsev si trasforma in 8-6 interno grazie ad uno scatenato Lanza (anche un ace) e ai block di Giannelli (2). Trento spinge ancora in battuta (12-9), costringendo gli umbri ad interrompere il gioco e alla ripresa un ace di Podrascanin riporta a stretto contatto gli ospiti (17-16). Per ripartire di nuovo (20-17) serve un errore di Atanasijevic (20-17); Perugia con Berger in campo per Atanasjievic risale nuovamente la china sino al 21-22 esterno prima di subire un break di 4-0 (25-22) propiziato da Lanza e Kovacevic (ace).

La Diatec Trentino parte bene anche nel secondo set (6-4, 10-8), spinta dall’efficacia a rete di Lanza e Kozamernik. I gialloblù giocano col braccio sciolto e Perugia fatica a contenerli a rete ed in seconda linea; anche Vettori mette sovente il pallone a te (15-12). Bernardi inserisce Berger e Andric per Russell e Atanasijevic; la sua squadra vacilla (17-13) ma non perde troppo contatto. La parità arriva in seguito a quota 24, dopo che Perugia ha risalito la china annullando anche due palle set. Ai vantaggi è un redivivo Vettori a risolvere la questione con due attacchi consecutivi che valgono il 26-24.

La Sir Safety Conad reagisce in avvio di terzo parziale, provando la fuga sul 5-8 propiziata dagli ace di Anzani (due consecutivi). In campo Bernardi schiera Berger nel ruolo di finto opposto; Trento ci mette un po’ a prendere le misure a questo assetto ma poi riesce a farlo ricucendo lo strappo da 7-10 a 10-11. La parità arriva a quota 12, poi da lì in avanti le due squadre di alternano al comando delle operazioni (14-16, 18-17). Trento crea il break (21-19) approfittando degli errori ospiti e vola verso il 3-0 (25-23) con Hoag. Si va a gara 5!

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy