Salta al contenuto principale

Valle di Fiemme capitale dello sci nordico

Anche Miss Italia alla Marcialonga - Video

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 45 secondi

Il Trentino rappresenta una buona fetta dello sci di fondo internazionale, la Marcialonga del 28 gennaio 2018 è la ski-marathon più amata dai fondisti di tutto il mondo e seconda solo alla Vasaloppet svedese in quanto a notorietà (Italia-Svezia continua…), mentre il Tour de Ski fiemmese del 6 e 7 gennaio prossimi rappresenta l’apice del calendario di Coppa del Mondo, una tappa faticosa e leggendaria che ogni anno si sviluppa in Val di Fiemme. Una bella vallata che, fra lo Stadio del Salto di Predazzo ed il Centro del Fondo di Lago di Tesero tradizionalmente ospita anche la disciplina della combinata nordica (dal 12 al 14 gennaio), eventi sugli sci stretti arricchiti anche dalla Fiemme Rollerski Cup (15 e 16 settembre).

Ed oggi queste scoppiettanti manifestazioni hanno scelto la sala conferenze del Ristorante Savini di Milano per presentarsi. «Se non avessi il gruppone di 1500 volontari, le aziende e gli enti alle mie spalle - ha spiegato il presidente del comitato organizzatore, Angelo Corradini -, non riuscirei a fare nulla, le Valli di Fiemme e Fassa lavorano assieme solo per un giorno all’anno, quando c’è la Marcialonga. Da oggi iniziamo ad innevare con i nostri nuovi cannoni silenziati».

Il presidente aveva la fortuna di sedere accanto alla Miss Italia in carica Alice Rachele Arlanch, una ventata di bellezza direttamente dal Trentino, che il 28 gennaio darà il via a circa 7.500 fondisti: «Grazie al titolo vinto la mia vita è cambiata drasticamente, ho avuto numerose opportunità in ambito lavorativo e dello spettacolo, opportunità sicure che mi hanno portato alla scoperta del mondo, ma appena ne ho l’occasione torno nella mia terra, in Vallarsa. Il mio primo approccio con la neve è stato traumatico, ero piccola e c’era una bufera di neve, e non c’è stato verso di uscire dalla macchina e andare a sciare. Il rapprto è poi migliorato ed ora vado a sciare ogni inverno, non vedo l’ora di provare anche lo sci di fondo. La Marcialonga si svolge nella mia terra e per me è un orgoglio esserne la madrina».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?