Salta al contenuto principale

Pattinaggio, due trentini nella trasferta canadese

Chiudi

Enrico Fabris e Matteo Anesi

Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 17 secondi

Avvio con il botto per la stagione internazionale del pattinaggio velocità in pista lunga. Saranno le veloci piste nord-americane di Calgary (dove Roberto Sighel ottenne anche il prestigioso record dell'ora nel 1999) e Salt Lake City ad ospitare dal prossimo week-end le prime due tappe della Coppa del Mondo Isu World Cup, decretando tempi e record che potrebbero condizionare l'intera stagione dei vari atleti (stabilendo la partecipazione a Mondiali e finali di coppa).

Un avvio da non sbagliare anche per la nazionale azzurra che dopo il ritiro a Inzell (Germania) è già volata a Calgary per rifinire la preparazione agli ordini del «nuovo» direttore sportivo Maurizio Marchetto, affiancato dai collaboratori Enrico Fabris e Matteo Anesi. Per il tecnico milanese Marchetto, con cui l'Italia ottenne le ultime medaglie olimpiche a Torino 2006 con Enrico Fabris e la staffetta azzurra, si tratta di un importante ritorno dopo aver guidato per alcuni anni anche la nazionale femminile russa.

«Gli ultimi allenamenti e test a Inzell sono andati bene e la squadra appare in forma, ora si tratta di non sbagliare su un ghiaccio velocissimo e dove ci si gioca un'intera stagione - spiega Sergio Anesi consigliere federale Fisg e membro della giunta nazionale del Coni - accanto alle punte azzurre Andrea Giovannini e Giacomo Mirko Nenzi, hanno recuperato dagli infortuni Francesca Bettrone e Jan Daldossi.

Della trasferta americana faranno parte anche i giovani trentini David Bosa, Michele Malfatti, i veneti Luca Stefani e Nicola Tumolero e la meranese Yvonne Daldossi, mentre Francesca Lollobrigida e Fabio Francolini saranno in gara nelle mass-start». Le due prime tappe di coppa del mondo (Calgary dal 13 al 15 novembre e Salt Lake City dal 20 al 22 novembre) presentano un ricco programma di gare individuali (500, 1.000, 1.500, 3.000 e 5.000 metri) accanto a staffette e mass-start.

«La stagione proseguirà con la coppa del mondo a Inzell (4-6 dicembre) e Heerenveen (11-13 dicembre e il gran finale del 11-13 marzo) prima degli Europei sul nuovo impianto a Minsk in Bielorussia (9-10 gennaio) e dei Mondiali Allround nella russa Kolomna (11-14 febbraio) - spiega Sergio Anesi - nel circuito internazionale ritorna anche la pista pinetana dell'Ice Rink Pinè che ospiterà tre grandi eventi come la Coppa del Mondo Junior (16-17 gennaio) i Mondiali Master Sprint (26-28 gennaio) e i terzi Mondiali Universitari (2-6 marzo), che premiano il grande lavoro svolto dagli organizzatori locali nelle Universiadi Invernali 2013». «Per la squadra azzurra deve essere una stagione di crescita e preparazione alla prossima rassegna olimpica (nel febbraio 2018 si correrà a Pyeongchang in Corea del Sud) - conclude Anesi - speriamo di ottenere punti e tempi importanti per aumentare anche il numero di atleti al via delle varie distanze. Il ritorno di Marchetto, affiancato da tecnici giovani e con un ottimo passato agonistico, è la base di partenza per ottenere tutto ciò».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy