Salta al contenuto principale

Matteo Trentin vince

il Trofeo Matteotti,

buon viatico per i Mondiali

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 7 secondi

Matteo Trentin, in gara con la maglia azzurra, si è aggiudicato la 72/a edizione del Trofeo Matteotti di ciclismo che si è corso oggi a Pescara, sul tracciato di 15 km, con partenza e arrivo da piazza Duca degli Abruzzi, per un totale di 195 km.

Al secondo posto si è piazzato Andrey Amador (Movistar). Terzo posto per Daniel Savini (Bardiani).

«È stato un buon allenamento per Trentin che ha anticipato tutti sul traguardo, andando a vincere dopo essere stato quasi sempre in fuga. È stata un buon allenamento (in funzione dei Mondiali, ndr) perché questa è stata una corsa impegnativa e alla, fine vincere è sempre importante». È il pensiero del commissario tecnico della nazionale italiana di ciclismo Davide Cassani, a margine del 72/o Trofeo Matteotti di Pescara.

«Ho visto bene anche Ciccone - ha commentato - ma tornando a Matteo Trentin, devo dire che ha deciso di attaccare presto, e gli è andata bene, grazie anche all’ottimo,lavoro di Matteo Fabbro».

Trentin spera «che sia una vittoria fortunata: è stata una buonissima gara, con una fuga che ci ha fatto partire subito bene».

«Una fuga di gamba - ha aggiunto - con Fabbro che è partito per primo. Pensavo ad una fuga con più persone, ma ci siamo gestiti molto bene anche perchè è stata una gara dura. Alla fine è andata bene, per me è stato un allenamento importante e devo dire grazie a Matteo Fabbro».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy