Salta al contenuto principale

Per il caso Acerbi

niente prova tv per

Kiesse e Bakayoko

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 56 secondi

 Il giudice sportivo ha restituito la palla alla Procura federale, in merito al comportamento dei milanisti Kessie e Bakayoko (nella foto sopra) al termine della vittoria sulla Lazio, dopo l’esibizione della maglia di Acerbi a mò di scherno. Nessun provvedimento per i due giocatori per l’esposizione della maglia di Acerbi sotto la curva rossonera. Per ora. In un comunicato stampa il club ribadisce di ritenere spiacevole l’episodio in questione e si dice pronto a collaborare con la procura per fare chiarezza, nella certezza che le dichiarazioni non incidano sull’esito degli ulteriori approfondimenti che la procura porterà avanti. Qualcuno ha detto che è stata solo una goliardata. Nella nota il Milan fa sapere di prendere atto «dei provvedimenti disciplinari emessi dal giudice sportivo e della contestuale decisione di declinare alla Procura Federale la competenza di un’indagine a carico dei giocatori Franck Kessie e Tièmouè Bakayoko, episodio su cui si è focalizzata una forte attenzione mediatica a discapito degli altri episodi avvenuti nel corso della serata. Nella consapevolezza che si sia trattato di uno spiacevole episodio che il club ha tempestivamente gestito al suo interno».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy