Salta al contenuto principale

Granada, insultato e accoltellato

per la denuncia sulla sospetta combine

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 42 secondi

Insultato e accoltellato per avere denunciato la sospetta combine in Granada-Las Palmas, match della 36esima giornata dell’ultima Liga vinto dai padroni di casa, in lotta per la salvezza, per 3-2. Josè Guerrero è stato vittima di un’aggressione nella notte tra martedì e mercoledì scorso a Granada: «Figlio di p..., se retrocedono il Granada uccideremo te e la tua famiglia», la minaccia che, secondo il racconto di Guerrero a «Cadena Ser», gli avrebbero rivolto due uomini col viso coperto prima di accoltellarlo al braccio sinistro, fortunatamente senza gravi conseguenze.

Lo scorso 22 giugno l’uomo dichiarò di essere stato contattato dal presidente del Granada, Quique Pina, per consegnare una borsa con 600mila euro a un tesserato del Las Palmas. Nell’occasione, Guerrero rivelò di aver ricevuto minacce: «Sì, ho paura, sto parlando pubblicamente di tutto questo per la sicurezza mia e della mia famiglia».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy