Salta al contenuto principale

Violenza sulle donne:

la giunta leghista non ha

mai convocato il Comitato

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 22 secondi

«Dall’insediamento della nuova Giunta provinciale il Comitato per la tutela delle donne vittime di violenza non risulta mai essere stato convocato, nè nella sua attuale composizione, e neppure in una nuova che l’assessora competente avrebbe potuto prevedere con specifica delibera». Lo afferma la consigliera provinciale del Pd, Sara Ferrari, in una interrogazione.

Ferrari sottolinea la «mancanza amministrativa che stona notevolmente con le dichiarazioni della stessa assessora Segnana, che sempre si è detta attenta alla piaga della violenza alle donne. Se anche la nuova l’assessora crede davvero che il tema della violenza debba essere affrontato con concretezza e priorità, spero colga prontamente l’occasione per recuperare il tempo perduto - conclude l’ex assessora alle pari opportunità - magari ripensando anche alla miope decisione di chiudere i percorsi di educazione alla relazione di genere, che nelle scuole trentine venivano da organizzati proprio come primo strumento di prevenzione per insegnare alle ragazze e ai ragazzi a relazionarsi tra loro in maniera corretta e rispettosa», si legge ancora nella interrogazione.

Segnana pochi giorni fa aveva espresso il suo dolore per il femminicidio di Nago, ricordando che «la cronaca di oggi ci invita ancora una volta a ricordare che si deve ancora investire, con progetti mirati e con iniziative concrete su tutto il nostro territorio, sui temi della legalità, della non violenza, del rispetto delle persone e in particolare delle donne e dei soggetti più fragili».

Gli avevano risposto i consiglieri di minoranza del Pd e di Futura, ricordando all’assessore che proprio la giunta Fugatti ha tagliato i corsi di educazione alla parità di genere nelle scuole. Ed ora, con Sara Ferrari, che ripare il dibattito.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy