Salta al contenuto principale

Bolzano, la Corte dei Conti

condanna Durnwalder e Urzì

per i fondi provinciali

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

L’ex presidente della Provincia di Bolzano Luis Durnwalder è stato condannato dalla Corte dei conti di Bolzano al pagamento di 23.642 euro per l’utilizzo del fondo riservato nel periodo che va da ottobre 2012 a marzo 2013.

A Durnwalder è stato riconosciuto il dolo, ed i giudici hanno citato nella motivazione le parole già usate nella sentenza di primo grado del filone principale sull’utilizzo dei fondi riservati: Durnwalder ebbe cioè «una concezione privatistica in ordine alla gestione del fondo riservato, in sostanza considerato come una sorta di appannaggio aggiuntivo da utilizzare in piena e incontrollata discrezionalità».

Oggi è stata emessa dalla Corte dei conti anche un’analoga sentenza di condanna per l’ex capogruppo Alessandro Urzì (prima del Pdl e poi di «Alto Adige nel cuore») al pagamento di 31.450 euro per aver utilizzato i fondi pubblici del gruppo consiliare senza «la documentazione giustificativa di spesa» nel periodo 2008-2012. I giudici hanno considerato l’avvenuta prescrizione fino al 2011 compreso, valutando quindi solo le spese del 2012.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy