Salta al contenuto principale

Papà canadese muore da eroe

Affronta l'orso polare per salvare le figlie

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
! minuto 6 secondi

Un papà canadese di 31 anni è morto da eroe per proteggere le figlie dall’attacco di un orso polare. Aaron Gibbons si trovava a Sentry Island, luogo famoso per caccia e pesca nell’Hudson Bay, e quando l’animale si è avvicinato lui si è messo tra l’orso e le bambine, permettendole di mettersi in salvo.

«Si stava godendo la giornata con le figlie, ma sono stati sorpresi da un orso che probabilmente li aveva seguiti e stava per attaccare una delle bambine», ha raccontato lo zio dell’uomo, Gordy Kidlapik. «Aaron è morto da eroe, proteggendo le sue figlie», ha detto invece il cugino Eric Anoee alla Cbc.

Gibbons viveva con la famiglia ad Arviat, una piccola comunità nel Nunavut, il territorio più settentrionale del Canada, e secondo la Royal Canadian Mounted Police al momento dell’attacco era disarmato, anche se aveva un fucile con sè durante la gita. L’orso è stato ucciso da altre persone che si trovavano sull’isola.

L’incidente ha sconvolto Arviat, che spesso assiste al passaggio degli orsi polari mentre migrano verso nord. Nel 2017 sono stati avvistati 380 esemplari, e la comunità è sempre più preoccupata per la sicurezza pubblica. L’ultimo attacco mortale nell’area, però, risale a 18 anni fa. «È incredibilmente triste», ha commentato il parlamentare locale John Main: «Siamo una piccola comunità e quando succede qualcosa di simile, colpisce tutti».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?