Salta al contenuto principale

Naufragio nel Mediterraneo

30 morti al largo della Libia

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

Ci sono anche «tre bambini e 18 donne» fra i «30 cadaveri» recuperati nel naufragio di un gommone al largo delle coste libiche. Lo ha riferito il portavoce della Maria libica, Ayob Amr Ghasem. Dato che i gommoni in genere trasportano «tra le 110 e le 120» persone,
l'ammiraglio ha stimato che i dispersi potrebbero essere «circa 40».

I naufraghi tratti in salvo sono 44, tra cui un bambino e nove donne, ha precisato ancora il portavoce. Ghasem ha segnalato il salvataggio di 110 migranti a 20 miglia al largo di Gars Garabulli, sempre a est di Tripoli

«Cadaveri divorati dagli squali durante le operazioni di salvataggio» è la didascalia che la pagina Facebook della Marina libica ha associato a un'immagine di un sacco bianco con, evidentemente, un corpo all'interno mentre viene sollevato a bordo di una motovedetta.

Una foto all'interno mostra una decina di questi sacchi distesi a terra. I corpi in mare sono «decine», riferisce un altro post.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy