Salta al contenuto principale

Informazione e guerra

La strada dell'Atlante

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 31 secondi

Informazione e guerra: una strada per la pace. Il progetto - nato da un’intuizione di Acav (Associazione Centro Aiuti al Volontariato) e dell’Associazione Culturale 46° Parallelo - si pone l’obiettivo di informare  sullo stato del pianeta: quali conflitti, quali guerre sono in corso e soprattutto quali sono le cause.

«Abbiamo pensato - spiegano i promotori - di unire la solidità di due realtà: Acav, appunto, abituata a operare sul territorio, con mezzi e idee concrete. E 46° Parallelo, associazione da otto anni impegnata nel progetto “Atlante delle Guerre e dei Conflitti del mondo”. È stato realizzato nuovo prodotto, frutto di una importante collaborazione con Sanbaradio (la radio universitaria di Trento, ndr). Nasce infatti “Caravan”, una trasmissione che attraverso un format semplice ed accattivante analizza notizie e temi di interesse globale».

Nuovo è anche il sito Atlante delle Guerre e dei conflitti del Mondo (www.atlanteguerre.it). «Era già operativo – con ottimi risultati – dal 2010. Lo abbiamo implementato, sfruttando al massimo la rete delle collaborazioni esistenti: Osservatorio per i Balcani e il Caucaso, Amnesty International, UNHCR, Medici Senza Frontiere, Federazione Nazionale della Stampa, Centro Studi per i Conflitti Ambientali, Me.Mo, Università di Firenze».

C’è un dossier settimanale, visibile e scaricabile dal sito, con approfondimenti su argomenti utili a chi vuole operare nel mondo, cercando di capire cosa accade, come si spostano flussi economici, risorse, idee.

Il tutto proseguendo con l’attività di formazione e informazione presso le scuole e altri contesti quali seminari, convegni e corsi in collaborazione con la Provincia di Trento.

«È un altro modo di raccontare il mondo, le guerre e le ragioni che vi stanno dietro, tenendo sempre a mente l’importanza di informare onestamente, schierandoci - come abbiamo sempre fatto – contro la guerra e la violazione dei diritti della persona».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy