Salta al contenuto principale

A 66 anni posto fisso a scuola,

insegnante però rinuncia

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 31 secondi

«Rinuncio al posto fisso, datelo a un giovane». È la risposta che Rossella Bertuccelli, insegnante precaria viareggina di 66 anni (li compirà il prossimo dicembre ndr), ha dato all’impiegato dell’Ufficio scolastico regionale davanti al quale avrebbe dovuto firmare il contratto per l’immissione in ruolo. La donna, che ha insegnato per anni nelle scuole della Versilia, ha atteso la chiamata anno dopo anno ma inutilmente fino a quando, nei giorni scorsi, ha ricevuto la mail del provveditorato provinciale che la invitava presentarsi lo scorso 23 agosto a Lucca per firmare il contratto a tempo indeterminato. Un firma tanto desiderata ma che è arrivata a pochi mesi dalla pensione.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy