Salta al contenuto principale

Aggredite da un uomo nudo

«Il 112 non è intervenuto»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

Hanno rischiato di essere violentate, in pieno centro a Torino, e il Numero unico 112 non ha inviato loro i soccorsi. È quanto denunciato da due donne ai carabinieri.
L’episodio, secondo il racconto anticipato da alcuni quotidiani, nella notte tra sabato e domenica in via Calandra, angolo con via San Massimo. Erano passate le 2 quando un uomo di origine africana avrebbe compiuto atti di autoerotismo davanti alle due donne - una 44enne di Cuneo e una 43enne di Bari residente a Torino - e poi avrebbe tentato di metter loro le mani addosso. «Ho preso il telefono e ho chiamato il 112. Ero convinta che di fronte a una richiesta di aiuto di quel tipo ci avrebbero subito inviato una pattuglia. L’operatrice, invece, continuava a farmi domande e ho agganciato», è il racconto di una delle due donne. «Siamo scappate - aggiunge - e per fortuna quell’uomo si è allontanato, ma poteva finire molto peggio».
«Abbiamo riascoltato la telefonata e la richiesta di aiuto era lacunosa - afferma Danilo Bono, vicedirettore della Sanità piemontese e creatore del 112 regionale -. Giusto fare domande, l’utente non è stata collaborativa. Alle centrali piemontesi del 112 arrivano 2 milioni di telefonate l’anno e il 50% sono inappropriate». I carabinieri indagano.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy