Salta al contenuto principale

Iperpoli e Pam, i supermercati più convenienti. Al terzo posto c'è Superstore. Nei discount Aldi e Eurospin

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 34 secondi

Iperpoli e Pam vincono la gara per il supermercato più conveniente in Trentino.

Nel punto vendita di via De Gresti del gruppo Poli e nel Pam di via Trener, entrambi a Trento, una famiglia spende in media in un anno circa 6.100 euro, 400 euro in meno (-6,1%) della spesa annuale media in Italia secondo l’Istat, pari nel 2018 a 6.504 euro, e l’11% in più dei supermercati più economici della Penisola. Ma è conveniente anche il terzo arrivato sul podio, la Coop Superstore, ora interamente di Sait e in via di rinnovo, dove si spendono poco più di 6.300 euro annui a famiglia, 200 euro in meno della media nazionale.

Le classifiche sui prezzi elaborate da Altroconsumo sono tante, per tipo di negozio e di famiglia, e i risparmi in Trentino possono arrivare vicini ai 600 euro annui. Confermando che la concorrenza sul prezzo è arrivata anche da noi e mette sotto pressione il sistema della distribuzione organizzata (l’Adige di martedì).

L’indagine annuale di Altroconsumo, resa nota ieri, ha rilevato oltre 1 milione di prezzi con più di 1.000 punti vendita coinvolti in 69 capoluoghi di provincia. La spesa tipo, a cui fa riferimento la classifica generale, è costituita da un mix composto per la maggior parte da prodotti di marca, quelli più noti, poi da quelli a marchio commerciale, cioè con il logo della catena, ma anche da quelli più economici.

Se guardiamo ai soli prodotti di marca, l’Iperpoli di Trento con 8.349 euro di spesa annua per una coppia con figli, 6.302 euro per una coppia senza figli, 3.797 euro per un single, batte di poco Pam, dove si spendono 8.406 euro per una famiglia con figli, 6.344 per una coppia senza figli, 3.822 euro per un single. Rispetto alla media nazionale sui prodotti di marca, 8.922 euro annui per coppia con figli, il risparmio ottenibile a Trento arriva a 573 euro.

Se si considerano invece i prodotti a marchio del distributore, in Trentino vince Coop Superstore con 6.420 euro annui nel caso di famiglia con figli, davanti ai due Eurospar (Aspiag Despar) di Trento, i punti vendita di via Manci e viale Verona, con rispettivamente 6.798 e 6.886 euro. Nei prodotti più economici invece vincono i discount con una gara all’ultimo euro: in testa Aldi con 3.819 euro annui per la coppia con figli, poi Eurospin con 3.821 euro, Prix con 3.949, Lidl con 3.950, Md con 3.977 euro.

A livello nazionale è Famila Superstore la catena più conveniente, seguita da Auchan (in via di acquisizione da Conad che in Trentino vuol dire Dao) e, a pari convenienza, da Ipercoop, Conad Ipermercato, Iper e Bennet. Il supermercato Conad Spesa Facile di Rovigo è quello risultato più conveniente dell’inchiesta a pari merito con Supermercati Martinelli di Mantova e l’ipermercato Galassia di San Giovanni Lupatoto di Verona: qui una famiglia spende circa 5.500 euro l’anno, ovvero 1.000 euro in meno rispetto alla media nazionale. La regione dove fare la spesa è più conveniente è il Veneto, seguito dal Friuli Venezia Giulia. Le regioni più care, invece, sono Sicilia e Calabria. Per Altroconsumo, individuare il supermercato più conveniente aiuta senza dubbio a risparmiare, ma non è l’unica strategia che i consumatori possono mettere in campo: ridurre gli sprechi è un altro tassello importante.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy