Salta al contenuto principale

Caporalato per i volantini

Al lavoro fino a 15 ore al giorno

controllati con i Gps sulle bici

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 16 secondi

Fino a 15 ore di lavoro al giorno, a distribuire volantini pubblicitari, con salari di 30 euro, su biciclette appositamente fornite dall'organizzazione, che aveva messo in campo un vero e proprio sistema di caporalato, con 82 lavoratori coinvolti.

Il sistema è stato smascherato dalla Guardia di Finanza di Egna. L’attività ha preso le mosse dal monitoraggio di  alcuni  lavoratori,  tutti  stranieri,  impiegati  nella consegna di volantini pubblicitari “porta a porta” nella Bassa Atesina e in altre zone della provincia di Bolzano e di Trento. Per gli spostamenti e le consegne i lavoratori utilizzavano biciclette messe a disposizione dal datore di lavoro.

Gli  accertamenti hanno consentito d’individuare un’impresa individuale (con sede in provincia di Vicenza) che  aveva reclutato un numero elevato di lavoratori di nazionalità pakistana e indiana. 

Il  titolare della ditta aveva creato un sistema volto ad allargare il proprio giro d’affari mediante l’impiego irregolare di manodopera.

I lavoratori, privi di mezzi di sussistenza alternativi, venivano reclutati, principalmente, nella zona di Trento e trasportati sui luoghi di lavoro, situati in tutto il Trentino Alto-Adige. Gli addetti, in sella alle biciclette che venivano loro fornite, erano costretti a lavorare sotto continua sorveglianza, dato che seguivano dei percorsi di distribuzione prestabiliti e venivano monitorati tramite sistemi GPS. I lavoratori, impiegatidalle 12 alle 15 ore al giorno (spesso anche durante i giorni festivi), percepivano  unsalario  giornaliero tra i 30 e i 50 euro; agli stessi non venivano riconosciuti diritti fondamentali, quali la malattia retribuita, le feriee i riposi settimanali.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy