Salta al contenuto principale

Trova in strada e restituisce

portafoglio con 7.100 euro

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 14 secondi

Quando si perde il portafoglio le possibilità di ritrovarlo ancora intatto e, soprattutto, pieno, sono spesso ridotte al lumicino.
Nella migliore delle ipotesi si ritrovano i documenti, ma non il denaro. Se poi dentro c’è un malloppo da migliaia di euro, le percentuali si fanno prossime allo zero. Ma le eccezioni esistono. E sono una boccata di ossigeno in questi tempi.

A sperimentare quanto sia bella l’onestà, in questo caso, è stata una libera professionista del padovano, che aveva perso il portafoglio, contenente ben 7.100 euro ad Abano Terme: chi lo ha trovato, un 56enne trentino che si trovava nella località termale insieme alla moglie, lo ha infatti portato subito ai carabinieri della stazione locale.
L’episodio a lieto fine è successo sabato pomeriggio. Il trentino era sceso insieme alla moglie ad Abano Terme per raggiungere l’anziana madre e riaccompagnarla a casa al termine del periodo di cure e benessere presso una struttura alberghiera del posto. Arrivato nei pressi di un parcheggio del quartiere di Monteortone, l’uomo ha notato una busta colorata a terra. Si trattava di un portafoglio in pelle e stoffa.

Quando il 56enne ha aperto il taccuino deve avere sgranato gli occhi: non capita infatti di frequente di vedere tante banconote insieme. Per l’esattezza 7.100 euro in contanti. L’automobilista non ha avuto alcun tentennamento sul da farsi: «Senza pensarci un attimo e senza il minimo dubbio», come racconterà poi a carabinieri di Abano Terme, è salito in macchina per recarsi presso la caserma dell’Arma e denunciare il ritrovamento del portafoglio. E così ha fatto: arrivato in via delle Terme ha consegnato tutto ai carabinieri.

A quel punto i militari si sono attivati subito per risalire al proprietario. Operazione non semplice, visto che nella busta non c’erano documenti, ma soltanto alcuni biglietti e numeri di telefono. Nel giro di poche ore, però, il “caso” è stato risolto. Gli accertamenti condotti e l’incrocio dei dati, hanno consentito ai carabinieri di rintracciare la proprietaria, una libera professionista del padovano, che - con comprensibile trepidazione - è corsa presso la caserma di Abano Terme per recuperare il prezioso taccuino, che conteneva una somma di denaro così considerevole a fronte di una serie di transazioni commerciali concluse nel corso della settimana. La donna ha spiegato ai carabinieri di essersi recata nella cittadina termale per compiere alcune commissioni, al termine della quali ha poi raggiunto un’altra località. Solo una volta uscita da Abano si era accorta di avere perso il portafoglio.

Ai ringraziamenti per i militari, si sono ovviamente aggiunti quelli per il trentino, che la proprietaria del portafoglio ha potuto contattare telefonicamente. È grazie alla sua onestà e al suo senso civico, se quei 7000 euro non sono spariti nel nulla.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy