Salta al contenuto principale

Forestali, dopo armi per orsi
i fucili calibro 12 per altri 20

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

Nuovo corso per altri 20 dipendenti del Corpo forestale della Provincia sulle norme per il corretto uso dell’arma lunga calibro 12, con relative esercitazioni a fuoco, presso la Sezione dell’Unione Italiana Tiro a Segno di Trento.

Lo ha deciso la Provincia, spiegando di affidare la formazione e l’addestramento tramite ricorso alla trattativa privata alla Sezione di Tiro di Trento, per una spesa totale di 639,60 euro. Tra i costi ci sono quelli relativi a 20 esercitazioni singole per 19 euro ciascuna (totale di 380 euro).

I nuovi corsi arrivano dopo la decisione presa ad aprile di quest’anno in cui si erano avviati a formazione per sparare anche con narcotici per colpire i grandi carnivori.

Lo spiega anche Maurizio Zanin del Dipartimento foreste: «Per l’anno in corso, si è previsto, oltre che per le armi di ordinanza (arma corta), la possibilità di estendere le esercitazioni alle armi di reparto (armi da caccia di cui all’articolo 13 della legge 11 febbraio 1992, numero 157 e armi con proiettili a narcotico - trattasi di fucili calibri 270W, 308W e calibro 12)».

Ora si provvederà a formare «ulteriore personale per l’utilizzo delle armi di reparto, in particolare per l’utilizzo del fucile calibro 12».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy