Salta al contenuto principale

Lavoro nero nei frutteti

A Caldonazzo scoperti 5 casi 

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

Cinque casi di lavoratori stagionali «in nero» sono stati scoperti dai militari della compagnia di Borgo Valsugana, impegnati in controlli straordinari del territorio, disposti dal Comando provinciale dei carabinieri di Trento.

Le verifiche sono state effettuate nella zona di Caldonazzo, dove i carabinieri della locale stazione, durante il loro servizio perlustrativo, avevano notato, all’interno dei meleti, diversi lavoratori stagionali intenti a raccogliere frutti. Tra loro anche dei «volti nuovi», come molti ve ne sono in questo periodo.

Sono così partite le verifiche con i carabinieri che, in collaborazione con un ispettore del lavoro della Provincia, si sono presentati, di buon’ora, nei campi identificando cinque persone: C.C., cittadino romeno 47enne, in Italia senza fissa dimora, S.A.A., cittadino romeno 26enne, in Italia senza fissa dimora, O.D., italiano 20enne, M.G., italiana 31enne e T.G., italiano 31enne, tutti intente a raccogliere mele.

Il proprietario dell’appezzamento, M.A., italiano 40enne, sentito dagli inquirenti, non è riuscito a dimostrare l’esistenza di un qualsiasi contratto di lavoro.  Pesanti saranno le sanzioni amministrative cui ora andrà incontro, mentre sono ora al vaglio anche possibili conseguenze penali a suo carico.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?